Passare da Sarri a Lampard…

Dopo la scelta di Maurizio Sarri di lasciare il Chelsea per accasarsi alla Juventus (troppo ghiotto questo upgrade), i Blues hanno avuto l’idea di azzardare la scelta Lampard. Una scelta quantomeno contestabile e azzardata, in quanto l’ex calciatore del Chelsea ha pochissima esperienza da allenatore e con il Derby ha fallito la promozione tramite playoff.

Sono scelte, per carità, ma il rischio è quello di prendere scoppole nel girone di Champions e avere difficoltà ad arrivare nelle sei. Per fortuna di Abramovich, la possibilità di affidarsi a un tecnico competente c’è sempre. E il patron russo non si fa mai troppi problemi ad esonerare un allenatore quando le cose vanno male. Prima partita diranno molti, ma un 4-0 contro uno United che ha fatto sul mercato poco più del Chelsea, nonostante il mercato dei Red Devils fosse aperto, è una figuraccia.

In queste condizioni è inutile presentarsi alla Supercoppa contro la corazzata Liverpool. Gli uomini di Klopp maciullerebbero tutte le squadre umane. E l’idea di aver lasciato fuori Kante non è certo stata delle migliori.

L’ex compagno di nazionale Jamie Carragher ha affermato che Lampard ha fatto il salto in una big troppo presto.

Contro lo United abbiamo assistito a un abominio tattico, con distanze enormi tra centrali e terzini, tra mediani e centrali, tra centrocampisti e attaccanti. La fase difensiva è stata un disastro e i rapidi calciatori dello United hanno messo in grossa crisi gli uomini di Lampard. La differenza con Sarri è stata evidentissima, a iniziare dal modulo, passando poi per gioco, linea difensiva e organizzazione.

Impatto a dir poco pessimo e rischio di una stagione fallimentare, almeno fino all’ingaggio di un tecnico più esperto. Ok l’addio di Hazard, ma un 4-0 a Old Trafford non si giustifica.

Banner 300 X 250 – Lieto – Post
Potrebbe piacerti anche