• Tempo di lettura:2Minuti

Il Napoli di Ancelotti è vicino all’acquisto di James Rodriguez. Il classe ’91 colombiano è stato richiesto da Carlo Ancelotti, che lo ha avuto al Real e al Bayern. Nonostante alcune dichiarazioni pittoresche e sui generis, ma che non sorprendono visto il carattere istrionico del personaggio, Aurelio De Laurentiis ha confermato la volontà di prenderlo.

Le cifre dell’affare sono particolarmente vantaggiose. Sì parla infatti di prestito con diritto di riscatto a meno di 40 milioni. Parte del tifo napoletano sta interpretando queste cifre come una volontà del Real di liberarsi di un calciatore in fase calante.

In molti stanno avvicinando James a Pastore, arrivato in pompa magna alla Roma, ma rivelatosi un flop in quanto era in netta fase calante. Ma non c’è nulla di più falso.

Alla prima stagione al Bayern, James è stato strepitoso ergendosi a punto di riferimento. Nella seconda è stato fermato da qualche problema fisico, mettendo comunque a segno 7 gol e 3 assist in 20 partite di Bundesliga, di cui 20 da titolare.

Nelle prime due partite di Copa America ha realizzato già due assist, entrambi di pregevole fattura, prendendo per mano il centrocampo della squadra.

Non ha avuto continuità semplicemente perché è stato bloccato da problemi fisici nell’ultima stagione, ma è un calciatore nel pieno della carriera e atleticamente di ben altro livello rispetto al Pastore attuale. Non è, pertanto, un centrocampista lento o dotato di scarso passo, ma rimane un calciatore di buona corsa e assolutamente integro, al netto dei problemi fisici dello scorso anno.

La carta può essere chiaramente carta straccia, ma sulla carta trattasi di un calciatore che è ancora nel pieno della carriera e che ha tutto per infiammare una piazza come quella di Napoli, soprattutto con il sostengo di Ancelotti, tecnico che sta facendo di tutto per averlo tra le due fila.