• Tempo di lettura:2Minuti

Milan-Parma è stato un match indubbiamente interessante. Il Milan è entrato in campo contro il Parma e non ha mostrato stanchezza per il match di Europa League.

I rossoneri hanno tenuto palla e creato occasioni, giocando anche un buon calcio contro un avversario che non si trovava in zona Europa League per puro caso. L’attacco ducale è di livello e lo ha dimostrato il bomber Bobby English anticipando di testa i difensori sul gol del vantaggio.

Cutrone ha invece dato ancora una volta saggio delle sue enormi qualità da serpente d’area. Qualche giorno fa avevamo analizzato i suoi movimenti ai raggi x. Il gol di oggi è un esempio lampante della sua capacità di capire dove arriverà il pallone. Cutrone sente con anticipo decisivo la traiettoria del pallone ma anche la porta. Questa volta il tiro è arrivato con un diagonale fulmineo che si è depositato alle spalle di un incolpevole Sepe.

Il giovane bomber rossonero ha recuperato il pallone alla grande, con garra e potenza, passandolo al momento opportuno e poi andando a “sentire” dove cadrà dopo il rimpallo.

Questo account twitter parla di gol “Higuainesco” ma è più un marchio di fabbrica del giovane attaccante di origini molisane. Non sarà un regista offensivo, ma arretra spesso ed è nel vivo del gioco, recuperando palloni e contribuendo anche alla fase di non possesso.

Il Milan ha poi giocato una bella seconda parte di match, con il grande supporto di un ottimo Kessiè, onnipresente e forte in mezzo al campo, a prescindere dal rigore freddamente trasformato. 6 su 7 per lui dal dischetto.

Il penalty era netto da regolamento, senza alcuna discussione possibile. Giusto ricorrere al VAR in caso di dubbi, VAR che ha confermato la decisione. Quello del difensore ducale era un bagher.