• Tempo di lettura:2Minuti

Paura nella giornata di ieri per Mike Maignan, che ha accusato un dolore al tendine d’Achille. Allarme rientrato, sospiro di sollievo per il Milan.

In ritiro– Dopo una stagione fantastica a difesa della porta Rossonera, Mike Maignan ha ricevuto la chiamata della nazionale francese. Un’opportunità unica, visto che finora con i Galletti ha collezionato 1 sola presenza, datata 7 ottobre 2020. Certo, il CT Deschamps deve scegliere tra lui, Areola e il ben più esperto Hugo Lloris; ma Magic Mike ha tutte le caratteristiche per salire nelle gerarchie del mister. O meglio, aveva tutte le caratteristiche, perché un dolore al tendine d’Achille lo ha messo ai margini della formazione.

L’accaduto– Tutto risale a ieri pomeriggio quando, durante l’allenamento, Maignan si è dovuto allenare a parte per via del dolore accusato. Nulla di grave, come riportato dal bollettino medico, ma ciò è bastato per escludere un suo impiego nei match contro Costa D’Avorio e Sudafrica, partite dove avrebbe potuto giocare. Lavoro personalizzato a parte per il portiere. Drizza le antenne il Milan, che non vorrebbe fare a meno del suo portierone in un momento così cruciale della stagione. Anche se forse è più la preoccupazione che il danno in sé per sé, ma sempre è bene essere prudenti in questi casi. D’altronde l’infermeria del Milan ne ha viste di ogni quest’anno.

Rossoneri– Già a metà ottobre il francese aveva dovuto saltare 9 partite tra campionato e coppe per via dell’infortunio al polso sinistro. La crucialità di Maignan è definita anche dalle recenti statistiche: nelle ultime 4 partite il Milan non ha subito gol, merito della difesa e del suo portiere. Saracinesca ma anche regista, come dimostrato nel caso dell’assist a Leao. Insomma, Mike è un elemento così importante per la sua squadra che non solo ha scacciato il fantasma Donnarumma, ma ha anche trascinato questo Milan ad ottenere molti punti. La società si augura quindi che il dolore al tendine d’Achille sia davvero una minuzia e non qualcosa di più grave, perché in tal caso sarebbero guai seri.