• Tempo di lettura:3Minuti

Jorginho è da tempo oggetto di diatribe tra estimatori e detrattori. Un calciatore della sua tipologia non poteva non ricadere in controversie e opinioni discordanti. Il tutto nasce dal ruolo che gli viene attribuito. Jorginho non ha nulla del regista che verticalizza e inventa, ma è un volante che organizza gioco.

Fatte queste premesse, analizziamo come sta andando la sua stagione al Chelsea. Come ampiamente prevedibile, non c’è assolutamente convergenza di opinioni tra i commentatori.

Jorginho ha una valutazione Whoscored di 6.91 e una valutazione Sofascore di 6.99. Dati buoni che lo collocano tra i migliori calciatori del Chelsea e con la miglior valutazione tra i centrocampisti titolari. Buoni ma non straordinari.

Jorginho ha finora vinto il 46% dei contrasti a partita, ha perso 0,8 palloni a partita, è stato ammonito tre volte e non ha commesso errori che hanno portato al gol. In fase offensiva l’italo-brasiliano ha registrato zero assist, un gol su rigore, precisione passaggi del 91%, una media di 0,6 passaggi chiave a partita e di 2,5 lanci a partita.

Il confronto con l’annata al Napoli mostra statistiche in linea. Nell’ultima stagione, Jorginho ha registrato una precisione passaggi del 90%, ha servito 4 assist e ha concluso con una valutazione Whoscored di 7.02. Valutazione leggermente più alta dovuta al fatto che il Napoli di Sarri giocava da tempo assieme e che il tecnico aveva praticamente l’intera squadra adatta al suo gioco. I contrasti vinti erano del 44% a partita, i palloni persi 0,7. I recuperi a partita in media erano di 1,5 a fronte degli 1,1 in questa stagione. Adesso c’è Kanté, che è un po’ il tuttofare.

A livello prettamente statistico, considerando anche il contesto più complicato, i dati non si discostano da quelli dell’ultima ottima stagione con il Napoli. Manca tuttavia un contributo in termini di assist. Sarri gli sta assegnando sempre di più il ruolo di organizzatore di gioco, che va a prendersi il pallone e lo smista, contribuendo in maniera importante alla fase difensiva. Per rendere al meglio avrebbe bisogno di un altro centrocampista di livello oltre a Kanté, uno che abbia davvero nelle corde l’assist.

Il valore di mercato di Transfermarkt, per quanto possa contare, è salito da 60 milioni a 65 milioni di euro.

Per comprendere bene l’impatto di Jorginho al Chelsea dobbiamo aspettare almeno un’altra stagione, con i Blues che faranno mercato e la squadra che assimilerà meglio i dettami di Sarri. Allo stato attuale possiamo dire che l’italo-brasiliano sta facendo abbastanza bene.
A corroborazione del nostro pensiero c’è questo interessantissimo articolo che vi proponiamo: “Do not dismiss Jorginho, the silent metronome”