• Tempo di lettura:3Minuti

Spettacolo esagerato tra Atalanta e Lazio: è 2-2 a Bergamo

Torna il campionato e l’undicesima giornata inizia con il botto. Atalanta e Lazio come ogni anno regalano spettacolo e ritmi da Champions League, per due squadre che cercheranno fino all’ultimo di giocarla il prossimo anno. Ripercorriamo i 4 gol che hanno portato al pareggio.

Analisi della partita – Il match non ha mai una vera dominatrice e fin dal fischio d’inizio le due squadre vanno a tremila pur non avendo molte occasioni. La Lazio con il doppio play a centrocampo riesce a muovere la palla velocemente e ad eludere il pressing avversario con il lancio su Milinkovic-Savic. La solidità richiesta da Sarri finalmente diventa realtà, soffre poco e riesce a pungere in ripartenza con un altro gol di Pedro, sempre di più un fattore per la Lazio.

Partita dal tasso tecnico elevatissimo dove fisicamente però domina l’Atalanta, Ilicic ormai ritrovato regala classe ed eleganza e c’è sempre lui nelle azioni offensive della Dea. Tranne all’ultimo minuto, quello buono per Duvan Zapata che stravince il duello fisico con Marusic per poi sparare addosso a Reina che non può evitare il pareggio.

Il secondo tempo inizia con i cambi dei padroni di casa che con Muriel e Malinovskyi si rende più pericolosa. Riesce a vincere i duelli a centrocampo e a distruggere l’elastico dei biancocelesti. Ma dopo un ottimo avvio è la Lazio a trovare di nuovo il vantaggio su contropiede innescato da Pedro e concluso da Immobile. Diventando così il miglior marcatore della storia dei biancocelesti, a Bergamo dove ha segnato anche il primo gol con questa maglia.

L’Atalanta non ci sta e negli ultimi minuti è un assedio con l’ingresso di Piccoli a completare il tridente pesante. È Muriel però a sfiorare di un soffio il pareggio con un tiro dalla distanza dove Reina non sarebbe mai arrivato. Pareggio che finalmente arriva con De Roon grazie ad una grande conclusione di prima in aria che batte il portiere. Finisce così un Atalanta-Lazio spettacolare, piena di emozioni e gol.

Poco prima del gol di De Roon, Pepe Reina è stato colpito da una monetina. I tifosi orobici presenti sugli spalti gli hanno lanciato di tutto ma il portiere spagnolo è stato, appunto, colpito dalla monetina. La Lazio certamente presenterà ricorso. Il giudice sportivo valuterà se vi saranno gli estremi per modificare il risultato finale. Verranno acquisiti i filmati televisivi. Sulla base della pericolosità di questo lancio di oggetti potrà pronunciarsi la giustizia sportiva. Esito per nulla scontato.