• Tempo di lettura:3Minuti

Il calcio moderno si caratterizza soprattutto per un pressing asfissiante una volta che viene perso il possesso. Molto spesso recuperare un pallone a ridosso dell’area o anche a centrocampo, può risultare decisivo per sorprendere gli avversari. In tal senso le varie squadre possono optare per un pressing collettivo o individuale. Vi presentiamo così la top 10 dei migliori recuperapalloni del nostro campionato. È facile notare come siamo presenti giocatori dell’Inter, dato che i nerazzurri colmano con il pressing un gioco non proprio di livello.

Mancano invece quelli della Juve. Questo perché alla squadra di Allegri non serve recuperare subito il pallone, visto che può contenere qualsiasi tipo di attacco. 

10-9 Chibsah (91) e Bakayoko (92)

Il centrocampista del Frosinone è una delle poche note positive di questa stagione per i ciociari. Il ghanese sa infatti abbinare una discreta tecnica a una grande abilità nel recuperare palloni. Dote che appartiene anche al giocatore del Milan, che dopo un avvio sottotono, si è preso il centrocampo rossonero con prestazioni eccellenti. Bakayoko è una vera e propria diga davanti alla difesa e con le sue lunghe leve e una forza fisica imponente riesce facilmente a sradicare il pallone agli avversari.

8-7 Skriniar (93) e Nkoulou (94)

Qui parliamo di due centrali che hanno costruito la propria fortuna su una marcatura aggressiva. Sono praticamente perfetti in fase di contrasto e sopratutto molto precisi, dato che la maggior parte delle volte riconquistano anche il pallone.

6-5 Bennacer (94) e Acerbi (96)

Curioso che il fantasista dell’Empoli sia in una una posizione anche alta in questa classifica. L’ex prodotto dell’Arsenal infatti è più che altro un regista, ma riesce comunque ad essere un punto di riferimento per il recupero palla. Del centrale della Lazio non c’è molto da dire. È sicuramente uno dei migliori difensori del nostro campionato e le statistiche in termini di contrasti e palloni recuperati sono qui a dimostrarlo.

4-3 Criscito (101) e Allan (103)

L’ex Zenit rispecchia a pieno lo stile di gioco tutto improntato al pressing della sua squadra. Criscito è sicuramente più abile in fase difensiva rispetto a quella offensiva e il numero di palloni recuperati ne è una prova. Per quanto riguarda Allan la cosa che stupisce non è la sua presenza in questa classifica, ma il fatto che non sia primo. Il centrocampista del Napoli è a dir poco impressionante nel recupero palla, qualità che ha attirato le attenzioni di tutti i top club europei.

2-1 Koukibaly (108) e Brozovic (112)

Del centrale senegalese del Napoli non c’è da stupirsi. È sicuramente uno dei difensori più forti in circolazione lo dimostra da molte stagioni. La sua abilità nel recuperare palla e guidare anche i contropiedi lo rende unico nel suo ruolo.

Clamorosa invece il primato di Brozovic, per cui vale il discorso fatto in apertura. Il croato riesce sia a fare gioco che a romperlo grazie a un’ottima tecnica e una grande forza fisica. In un centrocampo senza veri mediani o registi come quello nerazzurro, Brozo ha saputo ricoprire entrambi i ruoli con successo. 

 

Gianluca Imparato