• Tempo di lettura:2Minuti

Inter-Lazio è stato un match in cui avrebbe potuto vincere chiunque, dopo che la Lazio non era riuscita a concretizzare la supremazia.

Il titolo è chiaramente provocatorio e non facciamo ovviamente riferimento ad alcun complotto, ma quanto successo dopo il bruttissimo fallo di Asamoah è molto grave. L’intervento del terzino dell’Inter è stato bruttissimo, con piede alto e sulla caviglia di Milinkovic-Savic. Kessié è stato espulso per un intervento di certo non più grave.

Alla fine il match ci ha lasciato due squadre comunque non in cattive condizioni. La stessa Inter, pur soffrendo la miglior vena di una Lazio in condizione, non è capitolata e ha retto l’urto, anche se con un po’ di fortuna. I nerazzurri hanno anche avuto occasioni per il vantaggio. L’oggetto misterioso (al di là del semplice gol contro il Napoli in un match condizionato da quanto successo sugli spalti) Lautaro Martinez la ha fatta grossa, sbagliando un gol di calloniana memoria. L’argentino ha poi sbagliato un rigore, cosa che può succedere, ma quanto visto in campo oggi non avrà fatto felice Spalletti. Tanto movimento, tanto casino con il pallone, ma si perde quando si tratta di venire al sodo.

La Lazio in questo momento è una squadra vera. Il match contro la Juventus aveva fatto capire che i biancocelesti sono in palla e sempre sul pezzo. Immobile è un centravanti totale, che ha stravinto il confronto con Icardi (oggi ok solo dal dischetto), mentre Caicedo è entrato con il giusto piglio ed è entrato come attore protagonista nell’azione del gol. Il problema per i biancocelesti è la rosa non ampissima, che si ritrova ora a giocare tre competizioni. I match di Europa League e Coppa Italia si prospettano impegnativi. Il quarto posto dista tre punti, ma i biancocelesti già hanno fatto la sosta ai box, ovvero giocare contro la Juve, peraltro sfiorando l’impresa.

Non ci sono più parole per descrivere poi Nainggolan. Il belga non ha fatto praticamente nulla quando è entrato in campo e ha sbagliato un rigore cruciale. Una delle poche cose buone del mercato della Roma è stato cederlo e prendersi Zaniolo. Abbiamo parlato delle slot che l’Inter dovrà liberare. Il centrocampo è da rifare e Nainggolan è uno dei primi giocatori da mandare via.