La Juve già ha fatto un passo enorme in avanti

La Juve ha disputato grandissime stagioni con Allegri, centrando due finali di Champions, vincendo tutti gli scudetti a disposizione e una manciata di trofei minori. I risultati sono dalla parte del tecnico livornese, ma c’è stato quello che secondo molti era un interrogativo da sciogliere: perché tutti questi infortuni con Allegri?

Nel 2018/2019 gli infortuni dei giocatori della Juve, tra traumatici e muscolari, sono stati una quarantina. C’è da dire che c’erano elementi particolarmente predisposti (Barzagli, De Sciglio, Douglas Costa, Khedira) e che altri non hanno avuto problemi. A parziale discolpa c’è da aggiungere che società come Barcellona o Real hanno avuto più infortunati nell’ultimo anno, ma ci sono anche squadre che ne hanno avuti molto meno.

Si è materializzata poi una cacotopia (o distopia) nella quale il discorso infortuni è stato esacerbato e tutte le responsabilità sono state gettate su Allegri e il suo staff. Fermo restando dati a parziale discolpa di questi ultimi, c’è da dire che le squadre di Sarri hanno avuto pochissimi infortuni. Il Napoli ha perso spesso calciatori infortunatisi nelle nazionali oppure per recidive (Milik e Ghoulam rientrano in quest’ultimo caso). Lo stesso Ghoulam si fece male contro il Manchester City probabilmente per le troppe sollecitazioni dovute alle troppe partite consecutive giocate.

Alla Juve sarà diverso. Il Napoli di Sarri era una squadra splendida, ma non aveva la rosa della Juve, ragion per cui Sarri ha adesso tutta la possibilità di fare turnover. Il tecnico tosco-napoletano è maniacale nella cura di certi dettagli e ha sempre avuto un ottimo staff. Luca Momblano ha twittato: “Sono state giornate di continue riunioni tecniche per & staff. Dedicate in toto all’aggiornamento del metodo della preparazione atletica, considerato superato“.

Oltre alla questione infortuni, c’è da dire che la Juve era a terra in determinati periodi dell’anno ed è un aggravante il fatto che la squadra stesse risparmiando energie in campionato. La condizione fisica mostrata contro l’Ajax non è stata assolutamente delle migliori, fermo restando le assenze importanti. Le squadre di Sarri corrono tantissimo e non hanno segni di cedimento. Sarri veniva accusato di ruotare poco, ma questa mancanza di rotazione dipendeva dalla rosa non ampia ai tempi del Napoli. Con il Chelsea ha invece fatto tanto turnover, soprattutto in Primavera, e nel finale si è preso non solo il terzo posto ma ha anche vinto l’Europa League. Contro l’Arsenal in finale i giocatori hanno mostrato una condizione fisica straripante. E questo è musica per le orecchie dei tifosi della Juve…

Banner 300 x 250 – Horeca – Post
Potrebbe piacerti anche