• Tempo di lettura:3Minuti

La partita di oggi tra Juve e Parma è stata strana. Viste le caratteristiche tecniche e qualitative dei Ducali, non paragonabili a quelle dell’Atalanta, la Juve ha sofferto molto meno. Eppure la serata è stata molto strana.

I bianconeri sono una squadra che vincono le partite perché subiscono un gol in meno degli avversari. Il punto è che mancava tutta la BBC (Bonucci e Chiellini sono i titolari) e, come visto contro gli orobici, la difesa improvvisata è andata in crisi. Oggi Inglese sembrava il Suarez dei tempi d’oro e Gervinho ha imperversato. La mancanza dei titolari un difesa ha inevitabili ripercussioni sulla solidità.

E dire che Cristiano Ronaldo ha segnato una doppietta oggi, mostrandosi in ripresa. Il portoghese ha disputato un match totale e questo è di ottimo auspicio in vista dell’Atletico. Con Mandzukic, rientrante, il portoghese si trova certamente meglio. Molti in casa Juve stanno pensando al match contro i Colchoneros. Non c’è alcun campanello di allarme per il campionato, visto che è la terza partita che la Juve pareggia. La buona notizia è che in Champions dovrebbe rientrare almeno uno dei centrali. Qualche perplessità rimane su Rugani, anche eventualmente in coppia con un titolare. Il difensore toscano non ha convinto neanche oggi. Senza il gol di sarebbe beccato una sicura insufficienza nelle pagelle.

La Juve ha puntato su una preparazione in vista della Champions e questo calo era preventivato. Non erano invece preventivati questi infortuni, che stanno dando non poche noie alla squadra. Ma quando ci sarà la coppa sarà un’altra storia. Non è usuale subire 6 gol in due partite per i bianconeri, ma questo e il momento migliore.

Per quanto riguarda invece Paulo Dybala, l’argentino è stato fuori per turnover. Vista la presenza di Cristiano Ronaldo, vedendo sempre un Dybala da collante, non sarà l’attaccante da 20 gol, ma il suo lavoro sarà fondamentale. Il 20 febbraio è ancora lontano e i bianconeri potranno sicuramente tornare al top.

Gervinho smentisce invece chi afferma che i calciatori vanno in Cina a svernare. O meglio, l’affermazione non si applica a lui. A 31 anni suonati, l’ivoriano si sta rivelando un elemento importantissimo in Serie A, spaccando le difese come ai tempi della Roma e segnando anche reti importanti. Bravissimo il Parma a sfruttare i problemi difensivi odierni della Juventus.  Grande carattere e sfida di altri tempi per i Ducali. 29 punti e +15 sulla zona salvezza: in quanti ci avrebbero scommesso a inizio stagione?!