• Tempo di lettura:2Minuti

Questo prospetto mostra l’indice di produttività delle 20 squadre del campionato di Serie A. Il prospetto prede in esame l’indice di performance tra PPM (punti per match) e PROJ (expected points per match).

Il Parma è l’unica squadra ad avere un indice superiore al 100%, unica squadra in Italia e non solo. I parmigiani, se la differenza tra le due voci si fosse assestata sullo 0%, avrebbero avuto 12-13 punti, ma ne hanno molti di più. Merito della fortuna, del gioco su Gervinho e della micidiale capacità di capitalizzare le occasioni?

Subito dopo il Parma si piazza la Juve, con un indice del 25%. Il dato non deve sorprendere, in quanto i bianconeri hanno un punteggio troppo elevato per non avere una differenza negativa, ovvero con più gol segnati rispetto a quelli attesi. In base agli expected points per match, la Juve ne avrebbe dovuti avere 42-43 ma ne ha 10 in più. Anche in questi casi c’è il fattore fortuna, ma quando hai calciatori come Cristiano Ronaldo o anche Mandzukic guadagni punti con una giocata o un gol alla prima occasione.

Da segnalare invece la Roma, la quale ha un saldo negativo del 10%. Questo dipende anche dalla sfortuna, ma il problema è dato anche dagli attaccanti che non capitalizzano. Dzeko ha giocato di meno e quando è stato in campo non ha brillato quasi mai.

Il dato “negativo” più netto è quello dell’Atalanta, con gli Orobici che hanno molti meno punti rispetto ai PPM. L’Atalanta ha avuto problemi a capitalizzare nella prima parte della stagione, mentre nella seconda parte Zapata sta segnando tantissimo, fermo restando che la difesa ha commesso errori e preso tanti gol in proporzione alle occasioni concesse.