• Tempo di lettura:2Minuti

Il solo Lionel Messi è stato coinvolto nello stesso numero di gol di quanti ne ha segnati il Real Madrid in Liga (26). Questa statistica dice tutto sullo stato attuale delle Merengues. Florentino è completamente impazzito dopo l’addio di Cristiano Ronaldo. La scelta di Lopetegui, disastroso al Porto, era un suicidio a prescindere. L’aver puntato su un signor nessuno come Solari in luogo di Conte è stato un altro autogol.

Fatto sta che oggi il Real ha collezionato l’ennesima figuraccia della stagione, perdendo 2-0 in casa contro la Real Sociedad. C’è tuttavia da dire che la direzione di gara è stata determinante. il rigore negato a Vinicius è stato clamoroso, a maggior ragione perché il VAR non è intervenuto.

Il Real lo ha ricordato nel suo sito ufficiale, parlando comunque di dominio e grande partite, ponendo inoltre l’accento sull’arbitraggio.

La crisi del Real Madrid sta più nelle parole di Butragueno che nella sconfitta in sé. Nonostante el Butre avesse ragione, è piuttosto insolito vedere un dirigente del Madrid sparare a zero sugli arbitri.

Intanto Isco è all’ottava panchina consecutiva. Dopo la pesante sconfitta per 5-1 con il Barcellona del 28 ottobre, l’ex Malaga non è più partito titolare. Oggi, con Bale infortunato, gli sono stati preferiti sia Lucas Vazquez che il giovanissimo brasiliano Vinicius Junior. Florentino ha affermato che Isco non si muoverà da Madrid, ma a questo punto non ci giureremmo.

Per concludere, l’addio di CR7 è stato pesantissimo, sia per il carisma del giocatore sia per le qualità tecniche incredibili. Lo scorso anno il campionato è stato una sorta di allenamento, quest’anno non è tutto calcolato visto che questo Real si trova attualmente al quinto posto in classifica. Il portoghese non è stato sostituito. A questo punto, è oramai palese che Cristiano Ronaldo e Zidane erano gli elementi fondanti delle Merengues, che facevano rendere al meglio un po’ tutta la squadra. La produzione offensiva ne risente inevitabilmente senza CR7. Senza un allenatore bravo tatticamente e dotato di carisma, la squadra va allo sbando. Il Marcelo di questa stagione sta giocando in maniera pessima e non è l’unico big…