Il Barcellona è sempre Messi dipendente

Il Barcellona ha battuto 2-1 un Getafe tosto e solido. Ancora una volta Leo Messi è stato decisivo. La performance degli uomini di Quique Setien non è stata delle migliori, ma hanno vinto grazie ai singoli. Messi è stato il solito trascinatore.

Eppure il Barcellona ha mostrato di essere in decisa ripresa rispetto ai mesi precedenti, quando al timone c’era Valverde. Con l’ex tecnico dell’Athletic, è capitato troppe volte in stagione che il Barcellona si è perso nelle difficoltà. Dopo un dominio territoriale e tattico degli ospiti, la squadra di Setien si è oggi ricomposta. I Blaugrana hanno ripreso il ritmo e controllato il gioco.

Arthur e De Jong hanno smistato una grossa quantità di palloni, mentre Messi è stato assolutamente decisivo sulla trequarti.

Eppure, nonostante la grossa crescita, il Barcellona mostra ancora delle fragilità difensive. Sul 2-1 Ter Stegen ha salvato il risultato, mentre il Getafe ha creato enormi grattacapi tra le linee per vari frangenti della partita. La terza squadra di Madrid non è in zona Champions a caso e mostra un’ottima organizzazione in tutti i reparti. Organizzazione che dovrà avere il Napoli, giocando come ha fatto contro il Liverpool. Il Barcellona non ha l’intensità e il gioco di squadra dei Reds (anche se con Setien è sulla buona strada per non arrivarci in un futuro non troppo distante), ma ha l’alieno Messi.

La Pulga può decidere le partite con gol improvvisi, superiorità numeriche create, uno contro uno vinti e tantissimo altro ancora.

Tempo fa vi abbiamo parlato del Messi 2.0. L’argentino ha assunto un ruolo sempre più da tuttocampista, posizionandosi sulla trequarti e andando a prendersi il pallone in varie parti del campo, come mostrato nella foto.

Oggi Messi ha vinto ben 6 uno contro uno e ha effettuato tre passaggi chiave, oltre all’assist. Se i Blaugrana mostrano ancora limiti difensivi, dall’altro lato c’è da dire che la fase offensiva resta molto pericolosa anche senza la presenza di Suarez.

 

Potrebbe piacerti anche