• Tempo di lettura:2Minuti

Continuano i problemi per Sebastiano Esposito in terra elvetica. L’attaccante dell’Inter in prestito al Basilea, non è stato convocato per la partita tra Basilea e Servette (2-2 ndr). Questo perché l’attaccante azzurro nell’ultima partita di Conference League contro il Qarabag si è rifiutato di scendere in campo. La dirigenza ha preso molto sul serio questa insubordinazione e ha deciso, probabilmente insieme al tecnico Rahmen, di non convocare il giocatore contro il Servette. Ma il giallo si infittisce, in quanto Sebastiano Esposito avrebbe rigettato questa tesi e sui social ha scritto: “Gente cattiva che non ha altre armi oltre all’invidia”. Il Basilea si trova a 6 distanze dallo Zurigo (ma con una partita in meno) e con un punto di vantaggio sul Lugano. In più è da due partite che la squadra di Rahmen non vince e il distacco si sta trasformando in divario incolmabile. La situazione è abbastanza critica per la squadra, perché i gol di Esposito sono una manna dal cielo. In 7 partite infatti ha realizzato 4 gol, ma poi a causa dell’infortunio si è fermato. L’Inter è alla finestra e sta notando questa situazione e a gennaio può riprendere il giocatore e tenerlo in squadra come rincalzo. Simone Inzaghi lo potrebbe testare come quarta punta, ma a differenza di Antonio Conte, lo spazio per Esposito potrebbe esserci e qualche partita da titolare potrebbe farla. Una cosa sembra certa, la situazione tra Sebastiano Esposito e il Basilea è sempre più tesa e da qui a gennaio possiamo vedere scenari che ad agosto erano fuori programma. La squadra elvetica ha puntato molto sull’azzurro per questa stagione, ma se la situazione è questa, forse è meglio interrompere ogni legame contrattuale e provare a ripartite l’uno lontano dall’altro.