• Tempo di lettura:2Minuti

Quando si parla di campionato la Juve non sbaglia un colpo.

I bianconeri escono vittoriosi con il minimo scarto dopo una partita di grande sofferenza e, a dirla tutta, decisamente brutta.

Era importante riprendere il passo dopo la brutta sconfitta in Champions e poteva essere questa l’occasione per provare qualche variazione tattica.

Quanto visto a Madrid di certo non basta alla Juve per ribaltare il risultato e queste settimane sono importanti per trovare la brillantezza e la velocità giusta per mettere in difficoltà la squadra di Simeone.

Abbiamo visto oggi tanti moduli diversi (4-4-2/4-3-3/4-4-1-1) e qualche esperimento interessante.

Il segnale maggiormente positivo è arrivato da Federico Bernardeschi il quale, con una grande prova, si candida ad una maglia da titolare al ritorno in Champions.

Il talento di Carrara è maturato molto dentro e fuori dal campo e può essere l’uomo giusto per fornire più palloni agli attaccanti che sono stati serviti veramente poco mercoledì.

Buono anche l’atteggimento di Dybala che segna il gol decisivo appena entrato in campo.

Oggi la squadra di Allegri è parsa decisamente in affanno dal punto di vista fisico e mentale complice anche una grande prova del Bologna che ha concesso poco e meritava come minimo il pareggio.

Come ha detto l’allenatore bianconero, se si giocasse questo mercoledì la partita di ritorno la Juve uscirebbe di certo.

Niente di più vero, le scorie ci sono e questi giorni saranno fondamentali per ricaricare le pile, soprattutto mentali, e trovare l’assetto giusto per provare l’impresa.

Il campionato non è in discussione è proprio per questo la Juve può sfruttare le partite di campionato per trovare la condizione ideale.

Il 4-4-2 potrebbe essere l’idea vincente per spostare il gioco sulle fasce e sorprendere i colchoneros che difendono sempre ordinati e non è facile affondarli.

Intanto il campionato può considerarsi chiuso nonostante settimana prossima ci sia lo scontro diretto contro il Napoli.

È pur vero però che ai tifosi bianconeri il campionato non basta più, proprio per questo la partita del 12 Marzo sarà di importanza capitale per poter pesare la stagione bianconera.

 

Alessio Maria Giannitti