La sconfitta contro il Liverpool ci poteva stare, ma contro il Brighton no. Si potrebbe riassumere così il momento difficile degli Spurs, che tornano dall’Amex Stadium con le tasche vuote e il morale sotto i tacchi. Ai padroni di casa basta un gol nel primo tempo, e il Tottenham non riesce nemmeno a trovare la via del pareggio.

Bergwijn
Contrasto di gioco di Bergwijn. Photo by Spurs Official Twitter


La seconda sconfitta consecutiva allontana ancora il Tottenham dalle prime posizioni, e ora gli Spurs debbono guardarsi le spalle. Squadra orfana di Kane e di idee, che non possono prescindere sempre e solo dai piedi di Son, che avrebbe bisogno di rifiatare.

Ovviamente fa parte del gioco e quando il Tottenham perde la colpa è sempre di Mourinho, che però non ha una rosa così lunga da poter sopperire a ogni necessità. Ora l’esame più difficile ma forse meglio così, perché il derby di Giovedì contro il Chelsea è un’occasione unica per riscattarsi e provare a invertire la rotta.