• Tempo di lettura:3Minuti

La Premier League è ai blocchi di partenza, oggi alle 21 Brentford e Arsenal inaugureranno la nuova stagione di quello che per distacco è il campionato più ricco e bello del mondo.

Il Manchester City, fresco dell’arrivo di Grealish e in pressing su Harry Kane, è la squadra da battere. Pep Guardiola ha fissato ogni record della Premier durante la sua gestione, portando a casa tre titoli. Il dominio del Manchester City è stato netto e nessuna squadra sembra ancora essere alla pari nel fronteggiare la qualità unita agli automatismi unici del tecnico spagnolo.

Jurgen Klopp è stato l’unico, con il suo Liverpool, a scalfire l’egemonia dei Citizens grazie al titolo stravinto nel 2020 oltre alla Champions League arrivata l’anno precedente. L’ultima, ondivaga, annata dei Reds ha fatto pensare alla fine di un ciclo per giocatori che per due anni erano semplicemente “ingiocabili”. Ad influire in maniera pesante è stato anche l’infortunio di Van Dijk che non ha consentito al Liverpool di attuare quel Gegenpress tanto caro al suo tecnico. 

Chi sicuramente ha aperto un ciclo vincente è Tuchel che, con il suo Chelsea, ha vinto 11 delle 19 partite giocate da quando è subentrato a Lampard. Il dispiacere dato a Guardiola in finale di Champions potrebbe essere il preambolo ad un duello anche in Premier dove i Blues, con l’arrivo di Lukaku, partono alla pari con le prime.

Nonostante l’arrivo di Varane, il Manchester United sembra essere ancora la meno forte delle quattro “sorelle”. Il drammatico ciclo post-Ferguson è stato interrotto dai buoni piazzamenti degli ultimi anni: con il norvegese alla guida I Red Devils hanno collezionato un terzo e un secondo posto, ma l’impressione è che, sopratutto nell’ultima stagione, la piazza d’onore sia arrivata più per demeriti delle avversarie che per effettivi meriti della squadra più titolata d’Inghilterra, capace di essere devastante sopratutto fuori casa.

Il Tottenham, con le bizze di Kane e l’arrivo di Nuno Espírito Santo dopo le vane rincorse a Conte, Allegri e Gattuso sembra aver perso terreno rispetto alle altre pretendenti: dovesse arrivare Lautaro, il quadro potrebbe cambiare.

Menzione d’onore per il Leicester di Brendan Rogers: è la nostra Atalanta con la differenza che… vince. Dopo l’incredibile titolo in Premier, nell’ultimo anno sono arrivate FA Cup e Community Shield a spese del City. Quinta in classifica dopo un’incredibile finale di stagione, le Foxes potrebbero essere la scheggia impazzita capace di alterare le gerarchie della griglia si partenza.

Seguici anche su Per Sempre News!