Come direbbero a Roma: “Aridatece Karius!”. Ebbene sì, sembra incredibile ma dopo la disastrosa prova di Alisson Becker contro il Manchester City, sui social si è visto anche questo.

Tutto il mondo è paese ed i tifosi del Liverpool hanno dimenticato cosa vuol dire avere in squadra un portiere di livello come il brasiliano che, con prestazioni da extraterrestre, si è conquistato la palma di migliore al mondo, oltre ad aver vinto Champions e Premier.

Alisson è incappato in una di quelle partite in cui non te ne va bene una, sbagliando una serie di disimpegni con i piedi che hanno di fatto consegnato la vittoria ai rivali del Manchester City che, c’è da ammetterlo, sono stati bravi a capitalizzare ogni errore dell’estremo portiere dei Reds.

La riconoscenza non è una caratteristica che alberga in molti tifosi certo, ma discutere un portiere del rango di Alisson per una partita sbagliata fino a rivolere indietro Karius è chiaro segno di amnesia: quello che ha combinato il portiere tedesco in finale di Champions League è la storia di un portiere che ha consegnato la coppa al Real Madrid segnando indelebilmente la sua carriera.

In forze all’Union Berlino, Karius è ancora di proprietà del Liverpool che annualmente lo spedisce da qualche parte, non riuscendo mai a cederlo in via definitiva. I diretti interessati si sono astenuti dal commentare la vicenda, ma la valanga-social che si è abbattuta su Alisson fa riflettere.

In tutto questo i tifosi romanisti non hanno mai dimenticato il brasiliano e tutt’ora manifestano il loro affetto sotto al suo profilo Instagram: i “non ti meritano”, e i “torna a casa” a difenderlo proprio dai tifosi del Liverpool, scherzando ovviamente, ma neanche troppo sul suo ritorno nella Capitale. Del resto la speranza è l’ultima a morire.

Il commento migliore? “Se torni da noi ti diamo un bonus di cinque partite così, pure dieci. E al Liverpool gli mandiamo tutti e tre i nostri portieri, ci guadagniamo comunque.” Firmato anonimo giallorosso.