Un epilogo inatteso che cambia in buona parte lo scenario di mercoledì prossimo, quando l’Italia Woman affronterà Israele a Firenze nella gara decisiva per poter accedere direttamente agli Europei (calcio d’inizio ore 17,30 diretta tv su Rai 2).

In un intricato incastro di punteggi degli altri gironi, per capire quali saranno le migliori tre seconde classificate dei vari raggruppamenti che otterranno il pass diretto per l’Inghilterra senza dover passare dai playoff, le Azzurre di Milena Bertolini attendevano infatti con ansia il risultato di Finlandia-Portogallo, gara del Gruppo E giocatasi nel tardo pomeriggio in terra scandinava. Con un pareggio era molto probabile la qualificazione diretta di entrambe. Ed invece, proprio quando lo 0-0 sembrava il risultato più scontato ed ormai inevitabile, ecco il jolly che catapulta le Finlandesi in Inghilterra e che regala all’Italia uno scenario decisamente più abbordabile in vista del 24 febbraio: al terzo dei tre minuti di recupero, Linda Sallstrom si libera dell’avversario diretto con un dribbling nello stretto e dal limite dell’area lascia partire un tiro che si infila in rete sul secondo palo.

È la giocata che cambia tutto o quasi nella graduatoria delle seconde classificate dei vari gironi: all’Italia – a meno di clamorosi e altamente improbabili altri risultati – non servirà più vincere con sei gol di scarto contro Israele per andare direttamente a UEFA Women’s Euro 2022, ma ‘basterà’ battere le Israeliane segnando almeno due reti. L’unico risultato di vittoria che non sarebbe sufficiente per ottenere il pass diretto per gli Europei è infatti l’1-0, perché manderebbe in Inghilterra invece la Svizzera, per via del maggior numero di gol (20 contro 19) realizzati dalle Elvetiche a parità di differenza reti.

Il Portogallo – atteso martedì dall’ultimo impegno del girone in Scozia – dovrebbe vincere in terra scozzese con otto gol di scarto più dell’Italia per qualificarsi direttamente a scapito delle Azzurre; ovvero, se l’Italia vincesse 2-0 contro Israele, le Lusitane dovrebbero ad esempio imporsi per 10-0. Ipotesi alquanto surreale, vista comunque la forza delle avversarie, presenti agli ultimi Mondiali di Francia 2019.

Insomma, il destino dell’Italia è più che mai nelle mani e nei piedi delle ragazze di Milena Bertolini, contro un avversario ostico e aggressivo, ma in una situazione certamente meno difficile.

Seguici anche su www.persemprenews.it