• Tempo di lettura:2Minuti

“Nel corso della giornata di ieri, Leonardo Bonucci ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia destra con interessamento capsulo-legamentoso. Il calciatore ha già iniziato le terapie del caso”.
Questo il comunicato ufficiale della Juventus dopo l’infortunio occorso a Leonardo Bonucci nel match contro la Lazio.

La situazione è quindi delicata, ma nei momenti difficili si è vista la competenza della società bianconera. Benatia ha messo nei guai la Juve. Il calciatore marocchino è già in Qatar per sottoscrivere il contratto con la sua nuova squadra e una sua permanenza dell’ultimo minuto non è possibile. Barzagli ne avrà ancora per un po’, mentre Allegri dovrà gioco forza puntare sul redivivo e neoacquisto Martin Caceres. Il difensore uruguaiano non darebbe garanzie fisiche, ma adesso risulta abile e arruolabile.

Dubitiamo pertanto che la Juve ricorra al mercato. I due centrali infortunati dovrebbero rientrare tra un mesetto. Bonucci potrebbe quindi essere arruolabile per il match di ritorno degli ottavi di Champions League contro l’Atletico.

La soluzione è semplice. Chiellini e Rugani dovrebbero giocare in Coppa Italia, mentre in campionato Caceres avrà spazio già dal prossimo match. Chiellini potrebbe riposare un paio di partite prima dello scontro con i Colchoneros. Rugani non ha realizzato i progressi sperati, ma resta un centrale più che adeguato per sostituire il titolare per un mesetto.

Mesetto che è il tempo previsto per il rientro di Bonucci, ma solo con nuovi esami e nelle prossime settimane sapremo con certezza quando tornerà a disposizione di Allegri. Per la Coppa Italia la coppia composta da Rugani e Chiellini è valida. Tra l’altro Bonucci ha spesso sofferto Zapata. Contro l’Atletico il discorso sarà un attimino più complicato, ma con la giusta gestione la Juve potrà arrivare in buone condizioni a livello difensivo e non solo.

La scarsa condizione e il gioco per nulla brillante mostrati in questo periodo non facciano venire psicosi. A gennaio le squadre di Allegri non solo al top, proprio per essere brillanti quando la Champions entra nel vivo. Sarà poi una doppia sfida equilibrata, ma crediamo che la Juve ci arrivi in condizioni più che buone.