• Tempo di lettura:2Minuti

In Premier League è il caos: in solo una settimana 90 casi di Covid e tutti i calciatori corrono a vaccinarsi.

La Premier League è nel caos. I contagi stano aumentando sempre più Siamo già arrivati a contare 90 positivi in una sola settimana nella massima serie inglese. Il motivo è semplice: solo il 16% dei calciatori ha ricevuto la prima dose e ora tutti gli altri stanno cercando di porre rimedio con un’ondata massiccia di richiesta di vaccini.

Questo dato allarma non solo i giocatori e le società, ma la lega stessa che si trova costretta a rinviare le gare una dopo l’altra all’anno nuovo lasciando così le ultime partite del 2021 senza esito sul campo.

Se in Italia tutto ciò si sta tenendo a bada, in territorio britannico la situazione è veramente al disastro. Il non essere intervenuti subito con le prime dosi prima e con le seconde poi, ha causato l’impennata di contagi. Per non parlare delle varianti che si sono avute, l’ultima la Omicron che sta causando danni all’intera lega inglese.

Per quanto riguarda la penultima giornata di andata del campionato infatti sono ben 6 le partite che sono state rinviate a data da destinarsi: Manchester United-Brighton, Aston Villa-Burnley, Southampton-Brentford, Watford-Crystal Palace, West Ham-Norwich ed Everton-Leicester.

Urge vaccinarsi dunque e il più in fretta possibile. Probabilmente molti saranno anche i rinvii dell’ultima di andata in programma il 26 e 27 dicembre. Un Natale praticamente piegato dalla pandemia per il calcio inglese.

Ovviamente non sarà sufficiente solo la prima dose per chi ancora non l’ha ricevuta, ma anche la seconda e infine la terza. DI questo passo però i tempi saranno lunghi. Il governo inglese, a differenza di quello italiano, si è mosso tardi e ora le conseguenze sono queste.

Seguici anche su www.persemprenews.it