Conferme e risultati ribaltati in questa 2ª giornata della Serie A femminile. Tra gol all’ultimo secondo, risultati schiaccianti, big match ed episodi fuori e dentro dal campo c’è da dire che per essere all’inizio questa Serie A inizia già a promettere molto bene.

Hellas Verona-Sassuolo 0-4

La prima partita della 2ª giornata mostra subito un risultato schiacciante, quello che il Sassuolo impone fuori casa all’Hellas Verona. Marcature aperte con un grandissimo gol di Clelland; che pescata da Dubcova a giro piazza la palla sul secondo palo e perfettamente all’angolino. Imprendibile per Gritti. A cinque minuti dalla fine del primo tempo poi è sempre il tandem ceco-scozzese a far male all’Hellas. Dopo una conclusione di Lana Clelland è sempre Dubcova a farsi trovare pronta sulla ribattuta: è 2-0 Sassuolo.

Pochi minuti dopo il ventesimo del secondo tempo è Cantore a segnare il terzo gol per la sua squadra. Dopo una serie di errori dell’azzurra è arrivato il gol a tu per tu con Gritti, che una volta saltata non ha potuto far nulla sull’appoggio in rete della undici neroverde. Il quarto ed ultimo gol arriva con Ferrato, ispirata da Michela Cambiaghi al minuto 93′.

Milan-Sampdoria 1-0

Meno reti ma altrettante emozioni per la sfida che si disputa al Vismara invece. La partita viene decisa da un gol di Greta Adami al 53′ di Greta Adami. L’ex viola incorna di testa un ottimo calcio d’angolo battuto da Linda Tucceri Cimini. La Sampdoria si è presentata poche volte in avanti, ma nonostante l’ottima fase difensiva della squadra di Ganz è riuscita a colpire anche una traversa con Rincòn e a sciupare una grande occasione con Re. Il Milan comunque si è visto neutralizzare la maggior parte delle ottime occasioni da Babb, in grande forma durante questo inizio di stagione.

Roma-Napoli 4-1

Cascata di gol a Trigoria tra Roma e Napoli, dove si consuma la partita con più reti di questa giornata. Le marcature (tutte segnate durante il primo tempo) vengono aperte dopo 18′ da Andressa, che con un insidioso tiro cross riesce a beffare la porta difesa da Aguirre. Ancora stordito dal primo gol il Napoli prende anche il secondo dopo 2′, questa volta è Annamaria Serturini che sfrutta un assist di Giugliano mettendo a sedere l’estremo difensore partenopeo: 2-0 Roma. Non si limita a fare assist però la centrocampista della nostra Nazionale. Al 21′ infatti riesce a sfruttare un cross al centro di Glionna, deviando in rete con il sinistro e facendo il terzo gol in quattro minuti. Ad accorciare è poi Eleonora Goldoni dopo venti minuti, che sempre da un cross e sugli sviluppi di un angolo trova l’incornata vincente per fare 3-1. L’ultimo gol della partita arriva dai piedi di Elisa Bartoli, che sempre sfruttando un ottimo assist di Benedetta Glionna sigla il 4-1.

Fiorentina-Juventus 0-3

Il primo vero big match di questa Serie A femminile finisce con una vittoria schiacciante della Juventus sulle Viola di Patrizia Panico. A segnare una doppietta è Barbara Bonansea, mentre a mettere in banca il risultato è Valentina Cernoia con una super punizione. La prima rete arriva con l’attaccante italiana al 37′ minuto: Bonansea raccoglie la palla dopo una giocata di Cernoia al centro del campo, salta Tortelli e Kravets e insacca la sfera con il sinistro alle spalle di Schroffenegger. Al 73′ poi è sempre un’indemoniata Cernoia a suggerire la palla per Bonansea e ad ispirare la rete. Dopo il 2-0 della Juve c’è poi tempo anche per togliere la soddisfazione del gol alla centrocampista classe ’91. Punizione imprendibile e tre punti conquistati per la Juventus.

Pomigliano-Empoli 2-2

Primi punti per le due squadre in questa Serie A. Il primo gol è dell’Empoli, dal dischetto con Prugna che non sbaglia, il raddoppio poi arriva sempre dagli undici metri, ma questa volta con Bragonzi. Dopo trentasei minuti l’Empoli è avanti di due gol e sembra poter gestire con tranquillità la partita. Dall’84’ in poi però per dodici minuti succede di tutto. Prima è Moraca ad accorciare le distanze con un gran pallonetto che si insacca alle spalle di Capelletti; poi al 96′, all’ultimo respiro Cox fa il miracolo, segna la rete del 2-2 e manda in visibilio il suo stadio. Due punti persi per l’Empoli ed uno assolutamente guadagnato dalla squadra campana.

Inter-Lazio 1-0

Finisce poi questa 2ª giornata con la vittoria dell’Inter di misura contro la Lazio di Carolina Morace. Dopo una partita in cui le Nerazzurre la fanno sostanzialmente da padrone riescono a conquistare i tre punti solo con un gol di Marinelli, la migliore in campo, che incorna a due passi dalla porta di Öhrström un cross disegnato da Landström. Tra le occasioni per l’Inter c’è da segnalare anche un rigore sbagliato da Simonetti all’inizio del secondo tempo. Migliora comunque la Lazio di Morace, anche se non basterà contro il Milan domenica prossima.

Seguiteci anche su calciofemminileitalia.it