• Tempo di lettura:4Minuti

Dusan Vlahovic ieri mattina è arrivato al JMedical e ha iniziato così la sua avventura in bianconero. 
Ad attenderlo, come prevedibile visto il grande entusiasmo che circolava nei giorni scorsi sui social, centinaia di tifosi che urlavano il suo nome. 
Da subito Vlahovic si è mostraro molto disponibile e si è trattenuto con i tifosi per firmare i suoi primi autografi da giocatore della Juve e scattare i primi selfie di rito.
Dopo le consuete visite mediche è arrivato il momento della firma del contratto con l’ad Arrivabene dove ha pronunciato le sue prime parole da juventino: 

Juve è orgoglio, tradizione, famiglia. Fino alla fine. Una cosa immortale è che la Juve c’è sempre fino all’ultimo, non molla mai: queste sono le prime cose che mi vengono in mente”.

Per poi aggiungere: “Lotteremo fino all’ultimo per ottenere tutti i nostri traguardi. L’obiettivo è essere i migliori”. 

E l’idea che Vlahovic, 22 anni ieri, voglia lottare sul campo e diventare quel centravanti di carattere che alla Juve manca, lo si evince anche dalla scelta del numero di maglia. 
Dopo le prime notizie che lo vedevano indossare il 28 in onore del suo compleanno, la scelta è invece ricaduta sul numero 7 che alla Juve ha un predecessore di tutto rispetto: Cristiano Ronaldo. 
Un acquisto per la Juventus forse più strategico di quello dello stesso Cr7. Il portoghese a 33 anni, era arrivato con l’obiettivo dell’ultimo salto di qualità verso la Champions e anche con il compito di arricchire l’immagine commerciale della società.
E così il primo video bianconero per Dusan Vlahovic, con urlo da guerriero dal prato dell’Allianz Stadium, attraverso i canali social della società, lo vede protagonista indiscusso con la nuova maglia. 
Impazza già sui social l’ #DV7. 

IL REGALO DI COMPLEANNO

Ieri Dusan ha compiuto 22 anni e quale modo migliore per festeggiarlo che firmare con la squadra dei tuoi sogni?
Non solo. 
Nello spogliatoio dello Stadium, dove è passato per le prime riprese con maglia bianconera, gli hanno fatto trovare una torta di compleanno con una candelina da spegnere: “Oggi è davvero una giornata speciale per me, uno dei compleanni più felici che abbia mai vissuto“, ha poi dichiarato entusiasta il serbo. 

FINO ALLA FINE

Le altre dichiarazioni non si allontanano molto alle frasi che siamo abituati a sentire all’arrivo di un nuovo giocatore: 

Sono contento e orgoglioso di far parte di questo gruppo e di questa società, sono contentissimo e darò di tutto per ottenere tutti i nostri traguardi“. 

Dusan ha poi parlato di obiettivi personali e di squadra: “Sopra a ogni obiettivo si deve mettere la squadra al primo posto e così la penso anche io. Sono a disposizione del mister e dei miei compagni, cercherò di aiutarli il più possibile“.
Ovviamente vogliamo sempre di più ed essere sempre migliori: questo dobbiamo ottenere in futuro”
Ma la chiusura del suo discorso è già da juventino vero: 

Vorrei continuare su questa strada e rendere orgogliosa questa società e questa maglia. Noi non molleremo mai e lotteremo fino all’ultimo per ottenere tutti i nostri traguardi. Fino alla fine”. 

Dusan ha già fatto breccia nel cuore dei tifosi che vedono in lui un grande talento e quindi un grande colpo da parte della società. 

Ricordiamo che Vlahovic si è legato ai bianconeri con un contratto fino al 30 giugno 2026 da 7 mln di euro a stagione, 70 milioni +10 di bonus alla Fiorentina, oltre gli 11,6 milioni del contributo di solidarietà previsto dalla Fifa e di oneri accessori. Un’operazione quindi da oltre 90 milioni. 

Con Dusan mister Allegri sa di avere trovato l’attaccante in grado di risolvere i problemi dell’attacco bianconero, che finora né Dybala, al rientro dopo un periodo di infortuni, né Morata, troppo altalenante nel rendimento, hanno risolto. 
Un arrivo tanto più importante dopo l’infortunio di Federico Chiesa, fuori dal campo almeno per 7 mesi.
Un grande colpo quindi nella finestra di mercato di gennaio e, a giudicare dalle parole dello stesso Vlahovic, un amore a prima vista con il club bianconero.