• Tempo di lettura:3Minuti

Dusan Vlahovic ha rifiutato il ricco rinnovo offertogli da Rocco Commisso. Il presidente della Fiorentina ha profuso ingenti sforzi per garantire al serbo uno stipendio da top player. Il calciatore ha rifiutato e adesso si sta guardando intorno. Il contratto del ragazzo scade il 30 giugno 2023 e il rinnovo è diventato oramai improbabile.

International Sport Office, l’agenzia che assiste il calciatore, aveva chiesto una commissione di 10 milioni di euro. Commissione che è pronta a elargire il Manchester City. L’ingaggio che accetterebbero attualmente gli agenti è di 6 milioni di euro netti a stagione per il calciatore. Un ingaggio che suona come base d’asta. Pur avendo ceduto CR7, la Juve dovrà confrontarsi con club che possono pagare certe cifre.

Rocco Commisso ha comunque buone chance di guadagnarci. Nel 2022 il serbo avrà appena 22 anni. Se si confermerà su grandi livelli realizzativi, non ci sarà alcun problema a strappare cifre alte. Impensabili 70 milioni ma almeno 40 milioni sono un obiettivo non certo peregrino. Naturalmente se la cessione si materializzasse a giugno 2022.

Qualora invece un club dovesse bussare alle porte della Fiorentina già a gennaio, Commisso potrebbe ottenere cifre decisamente più vicine a quelle richieste la scorsa estate. Questo perché nel mercato di gennaio un calciatore di primo livello costa decisamente di più. E, naturalmente, la scadenza sarebbe più lontana. Mossa possibile qualora la Viola non fosse vicina all’obiettivo europeo e trovasse già il sostituto.

Non si può dire che Commisso abbia il coltello dalla parte del manico, ma certamente otterrà una corposa plusvalenza. La scadenza del contratto è vicina ma non troppo. I club di Premier non badano a spese e anche in estate potranno arrivare a certe cifre. Il City è in prima linea, ma anche il Liverpool ha chiesto informazioni. L’Atletico resta in lizza e, qualora il Barcellona effettuasse le giuste cessioni salva bilancio, anche il club catalano si unirebbe alla fase d’asta. Per non parlare di un Real che conta con un Benzema classe ’87.

I giornali italiani stanno tirando la volata alla Juve, ma resta un affare molto complicato. Pur rinunciando a Morata, la società bianconera dovrà vincere la concorrenza di club che non avranno alcun problema a elargire certe cifre agli agenti di Vlahovic e un ingaggio monstre al calciatore.

Pertanto, pur essendo abbastanza vicina la scadenza del contratto, Commisso può sicuramente ottenere cifre importanti da Vlahovic. La sfida sarà quella di trovare il sostituto. Lorenzo Lucca, esploso con la maglia del Pisa, è uno dei papabili.