Il Manchester United ha confermato Ole Gunnar Solkjaer in panchina. Decisione che fa storcere il naso vista l’assenza di titoli importanti e considerate le sconfitte in Europa al cospetto di squadre dal fatturato ben inferiore.

Dopo aver sborsato centinaia di milioni negli ultimi anni, la famiglia Glazer vuole continuare a rafforzare la squadra. Alle prese con la situazione Pogba da risolvere (rinnovo o cessione), lo United si sta guardando intorno per quanto riguarda il mercato in entrata.

È stata recapitata al Borussia Dortmund un’offerta di 75 milioni di sterline bonus inclusi. Il sodalizio tedesco ne chiede 86, sempre bonus inclusi. Forbice non alta ma c’è un importo da limare.

Il Real Madrid, in difficoltà economiche, ha messo sul mercato il centrale francese Raphael Varane. Quest’ultimo, classe ’93, è valutato 70 milioni di euro. Cifra alta e, naturalmente, anche questa da limare.

L’eventuale addio di Paul Pogba spingerebbe poi la società a intervenire corposamente anche nel reparto nevralgico. A prescindere dalla permanenza o meno del franco-guineano, i Red Devils dovranno comunque cedere. Pur avendo un fatturato stellare, anche lo United è stato colpito dalla pandemia di covid-19. Un po’ come tutti i club. I calciatori sacrificabili e gli esuberi tuttavia non mancano.

In caso di arrivo di Sancho è pressoché certo che vada via uno degli esterni. Non è detto che sia Daniel James, calciatore che passa in sordina ma che è stimatissimo da Solkjaer.