• Tempo di lettura:2Minuti

La Roma pensa al mercato estivo in anticipo per portare nella Capitale altri buoni giocatori per ritornare ad essere competitiva sotto la guida di José Mourinho. L’obiettivo di Tiago Pinto è quello di creare un bel mix tra giovani ed esperti, in modo anche da facilitare la crescita dei primi. La scorsa estate lo Special One aveva spinto per l’acquisto di Rui Patricio, portiere che si sta rivelando più che affidabile ma che viaggia verso i 35 anni. La dirigenza giallorossa, in quest’ottica, si sta già portando avanti e ha messo nel mirino diversi portieri per il futuro.

Uno di questi è Mile Svilar, giovane estremo difensore classe 1999 del Benfica con il contratto in scadenza a giugno. Mourinho conosce molto bene il serbo, avendolo affrontato nel 2017 in Champions League quando allenava il Manchester United. “Un ragazzo bestiale. Un fenomeno assoluto”, aveva detto il portoghese al termine della partita contro il Benfica. Lo Special One era rimasto stregato dalla sua reattività tra i pali, specie considerando la tenera età. Per questo motivo, la Roma starebbe già studiando un piano d’acquisto. A tal proposito, si valuta l’inserimento di una percentuale sulla futura rivendita di Svilar. Piccola, ma non di poco conto, problematica è la concorrenza, visto che sulla stella del Benfica ci sono tanti club interessati.

Cresciuto nelle giovanili dell’Anderlecht e poi in quelle del Benfica, Svilar fece il suo esordio assoluto in Champions a 18 anni all’Old Trafford contro lo United. Dopo 23 presenze totali in prima squadra, ad oggi ricopre il ruolo di portiere della squadra B del Benfica, in cui ha collezionato 54 presenze.

Seguici anche su News – Per Sempre News