• Tempo di lettura:2Minuti

Dopo due lunghe giornate londinesi, la Roma è riuscita ad assicurarsi il talento inglese Tammy Abraham. Il direttore generale giallorosso Tiago Pinto ha chiuso un’operazione che prevede 5 milioni di prestito e 35 di riscatto più 5 milioni di bonus, per una cifra complessiva di 45 milioni di euro.

Contratto fino al 2026, ingaggio da 5 milioni a stagione più 1 milione di bonus. Il Chelsea manterrà un diritto di ricompra sul giocatore per una cifra pari ad 80 milioni di euro, valida solo dopo due stagioni.

Oggi alle 13 lo sbarco nella capitale, atterrerà a Ciampino insieme a Pinto, che torna vittorioso dal viaggio in terra britannica. Programmate per lunedì le visite mediche.

abraham roma

Dopo l’addio del “cigno di Sarajevo” Edin Dzeko, ufficializzato ieri in tarda serata dall’Inter, con l’arrivo di Abraham la Roma ha concluso l’acquisto più oneroso della sua storia, superando complessivamente anche i 42 milioni spesi per Patrick Schick.

Una trattativa, che per costi, difficoltà e momento storico è davvero strepitosa. Talento giovane e di prospettiva in rampa di lancio che nel Chelsea dopo l’acquisto di Lukaku, ha visto chiudersi tante porte. Eccolo il “regalo” che Mourinho aveva chiesto fin dal primo giorno a Trigoria.

I Friedkin, sembrano davvero voler fare le cose in grande dopo aver ceduto l’attaccante bosniaco, che gravava pesantemente sul monte ingaggi della rosa. La linea è molto chiara: investire pesantemente sui giovani talenti, facendo invece molta più attenzione a spendere cifre eccessive per giocatori più maturi.

Seguici anche su Per Sempre News!