• Tempo di lettura:2Minuti

Dopo l’ormai addio di Dusan Vlahovic alla Juventus, per la rabbia dei tifosi della Fiorentina, il direttore sportivo Daniele Pradé avrebbe già trovato il nuovo bomber. Si tratta di Arthur Mendonca Cabral, giocatore brasiliano classe 1998. La passata sessione di mercato l’offerta al Basilea è stata bassa, ma adesso con i milioni di euro ricavati dalla cessione di Dusan Vlahovic, l’affare si potrebbe concretizzare a gennaio. Il giocatore in questa stagione ha giocato 33 partite tra campionato, preliminari di Conference League e coppe nazionali realizzando 27 gol e 8 assist. Ha una valutazione di 15 milioni di euro ed è un profilo abbastanza interessante e ben delineato per lo schema del mister della Fiorentina, Vincenzo Italiano. Certo il campionato svizzero è più basso rispetto a quello italiano, ma il fiuto del gol di Cabral è abbastanza sopraffino. Anche perché la maggior parte dei gol realizzati è stata in Conference League e il livello è leggermente superiore alla Lega Svizzera. Il brasiliano ha uno stacco di testa abbastanza impetuoso e grazie al suo fisico si difende bene dai difensori corpulenti. In totale col Basilea ha giocato 108 partite realizzando 65 gol, che per un under 25 è molto. L’unico possibile ostacolo della trattiva sarà il tempo, dato che si chiuderà il 31 gennaio. Il Direttore Sportivo Daniele Pradé però potrebbe trovare la quadra della trattativa e provare a portare il talento del Basilea alla Fiesole che è rimasta orfana di un bomber da oltre 20 gol a stagione.

Il giornalista del Corriere del Ticino, Massimo Solari a Radio Bruno Toscana ha parlato del brasiliano del Basilea e del possibile passaggio alla Fiorentina, come ha riportato violanews.com: “sta trascinando di peso il Basilea. I suoi numeri parlano da solo, regge il reparto offensivo sulle proprie spalle e fa delle giocate pazzesche. Al di là dell’addio di Vlahovic, l’interesse della Fiorentina non mi stupisce ed è un giocatore che ci può stare”.