• Tempo di lettura:2Minuti

In attesa di riprendere la preparazione, fissata per lunedi 3 gennaio (il primo match del 2022 il Pisa lo giocherà il 15 gennaio alle 16.15 all’Arena Garibaldi contro il Frosinone), la dirigenza nerazzurra è al lavoro per rinforzare la rosa a disposizione di Mister D’Angelo e il reparto sul quale sono concentrati i maggiori sforzi è quello offensivo. Secondo le ultime indiscrezioni, il Pisa sarebbe ad un passo da Damir Ceter, attaccante colombiano classe 1997 del Cagliari già trattato la scorsa estate. Su Ceter c’è l’interesse di altri 2/3 club ma il Pisa ha piazzato lo scatto decisivo definendo la trattativa sulla base di un prestito con diritto di riscatto.

Ceter, dotato di un gran fisico dall’alto dei sui 187 cm x 81 kg e di un’ottima velocità in progressione, per le sue caratteristiche e stile di gioco è stato paragonato al connazionale Duvan Zapata. Attaccante moderno, bravo sia a finalizzare che a giocare per la squadra, in questa stagione ha disputato appena due partite andando a segno in Coppa Italia contro il Cittadella e non vede l’ora di rimettersi in gioco in una piazza ambiziosa come quella nerazzurra e in piena corsa per la promozione diretta in Serie A. La squadra toscana dopo un gran girone d’andata chiuso al primo posto dopo 18 giornate di Serie B, ha fatto registrare la miglior difesa con appena 12 reti subìte ma un attacco non esattamente prolifico con 26 reti segnate. Da qui l’esigenza di avere più soluzioni in attacco per aumentare la pericolosità offensiva. Dopo aver posato gli occhi su Andrea La Mantia, attaccante dell’Empoli (il tecnico Andreazzoli dopo un inizio di stagione con pochi minuti giocati ultimamente lo ha impiegato con più continuità e non vorrebbe privarsene) il Pisa ha rotto gli indugi puntando con decisione su Ceter. Nei primi giorni della prossima settimana è previsto l’incontro decisivo con la dirigenza del Cagliari per chiudere ufficialmente la trattativa.