• Tempo di lettura:2Minuti

Una lettera d’addio che è una lettera d’amore quella che ha scritto Pique al suo ex-compagno Leo Messi. Il centrale difensivo non ha preso bene l’addio di quello che in primis per lui è un amico e poi anche il giocatore più forte del pianeta. Vent’anni tra “cantera” e prima squadra che Pique ha ripercorso malinconicamente, nell’impossibile speranza che la “Pulce” possa ritornare sui suoi passi…

Niente tornerà mai più come prima. Né il Camp Nou, né la città di Barcellona, né noi stessi. Dopo più di vent’anni nel Club, smetterai di vestire la casacca del Barca. La realtà, a volte, è molto dura.

Ci conoscemmo nel 2000, avevamo tredici anni e una carriera davanti. Che carriera! Figli di cane! Se l’avessimo designata in quel momento, sarebbe stato impossibile farla meglio. Una fottuta pazzia!

Nella mia prima stagione dopo essere tornato al FC Barcelona vincemmo il triplete e diventasti il miglior giocatore di tutti i tempi. Da Rosario a toccare il cielo di Roma.
Lì iniziò la leggenda. Quello che venne dopo è storia. E quanto ci siamo divertiti!

Adesso te ne vai, ma so che un giorno tornerai. Restano cose irrisolte da fare. Divertiti, divertiti ovunque tu vada e continua a vincere come solo tu sai fare. Qui ci mancherai. Ti amo Leo.