• Tempo di lettura:2Minuti

Trascinato sull’onda dell’entusiasmo Álvaro Morata ribalta la gara di domenica subentrando sul 3-1 romanista al posto di Moise Kean al 63’. Probabile che lascerà perdere la strada vero il Barça.

Con la Juventus sotto di 3-1 all’Olimpico contro la Roma, arriva la genialata di mister Massimiliano Allegri al minuto 63: esce Moise Kean ed entra lo spagnolo Álvaro Borja Morata Martín. Da qui, occorrono solo 7 minuti di assestamento e la Juve domina e surclassa la Roma senza alcuna pietà.

Un 3-4 arrivato in soli 7 minuti con Manuel Locatelli, Dejan Kulusevski e Mattia De Sciglio. Il merito però non va solo ai tre goleador, ma anche allo stesso Morata complice delle tre reti che beffano i ragazzi di mister Mourinho.

Non a caso, la rete del 3-2 arriva proprio su assist di Morata stesso.

Se il merito della pazza vittoria juventina giunge proprio dai piedi di Morata, è segno che Allegri e l’intera squadra hanno bisogno di lui e lo stesso spagnolo ha bisogno dei suoi compagni per dimostrare le sue reali doti in campo.

Questo potrebbe essere il pensiero che inizierebbe a balenare nella mente di Morata: restare alla Juventus e non andare al Barcellona. Squadra che di campioni del suo livello ne ha già molti e Morata avrebbe difficoltà a trovare spazio.

Tra Luuk de Jong, Ousmane Dembélé, Memphis Depay, Ansu Fati, Ferrán Torres, un attacccante dalle capacità di Morata potrebbe solo essere una loro riserva visto che mister Xavi conosce già i suoi ed eviterebbe di rischiare con un talento ancora giovane.

Lo stesso Morata sa che altri trofei con la Juve possono arrivare presto e la possibilità di vantare sul curriculum di aver vinto numerosi premi in Italia lo consacrerebbero tra i migliori talenti odierni in circolazione.

Da non scordare che 29enne è in prestito dall’Atlético Madrid e per la società colchonera vedere un suo futuro campione andare per gli avversari del Barcellona sarebbe un suicidio. In campionato soprattutto.

Ora la scelta risiede nel giocatore che dovrà dare una risposta chiara e decisa sia all’Atlético sia alla Juve. Di sicuro unn gioiello del suo calibro fa gola ad entrambi, ma la certezza che Morata parti per Barcellona si abbassa considerevolmente.

Seguici anche su www.persemprenews.it