• Tempo di lettura:2Minuti

Ieri Leonardo si è espresso così sul mercato del Milan: “FFP? Fai Paquetà e ti arriva una lettera di richiamo, in cui contestano investimenti simili. Colpi sul mercato non ci saranno, serve vivere di chance: con 30 in rosa ci vogliono uscite. Non compriamo perché non vogliamo, ma perché non si può”.

Queste parole sono prevedibili, soprattutto alla luce di quanto sancito dalla UEFA. Il Milan dovrà pertanto raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2021 e, pertanto, la sfida sarà quella di aumentare il fatturato proprio per evitare cessioni importanti.

Già da tempo abbiamo scritto che il mercato del Milan sarà di autofinanziamento, ma sottolineiamo che non vi saranno sacrifici senza rimpiazzi. L’obiettivo sarà procedere con degli scambi. I giornali stanno già sparando ipotesi fantasiose, tra cui l’improbabile scambio di prestiti tra Cutrone e Zaza. Uno scambio che il Milan non farebbe mai.

Al contrario, resta concreta la possibilità dell’addio di Higuain con entrata di Morata. Come scritto negli scorsi giorni, ci sarà da trattare anche con la Juventus, proprietaria del cartellino finché lo spagnolo non verrà riscattato.

A questo punto la società dovrà puntare a tappare le falle cedendo calciatori non fondamentali, per poi azzeccare l’occasione. Teoricamente tutti hanno un prezzo. Ad esempio se arrivasse un’offerta folle per Kessie la società la accetterebbe, in modo da puntare su un elemento più forte. Non è corretto dire che sarà un mercato senza soldi, bensì sarà necessario reperire fondi attraverso cessioni per poi reinvestire, proprio in vista di questo autofinanziamento.

Cosa non fare? Non vendere Donnarumma, il quale sta mano mano aumentando in maniera significativa il computo miracoli-errori. Altri elementi sono sacrificabili, il portierone rossonero no.

A gennaio si potrà fare molto poco, ma Paquetá potrebbe sicuramente dare un nuovo impulso a un reparto nevralgico in difficoltà. Eventuali scambi sono consigliabili solo se particolarmente vantaggiosi. Con buona pace delle assurde voci su Cutrone…