• Tempo di lettura:2Minuti

Weston McKennie non è considerato incredibile dalla Juve. Il centrocampista statunitense non ha chiesto la cessione ma ha un’offerta dal Tottenham. Nuno Espirito Santo è intenzionato a mettere l’ex Schalke 04 al centro del suo progetto.

La Juve ha acquistato McKennie lo scorso anno per 18,5 milioni di euro pagabili in tre esercizi. La richiesta agli Spurs è di 30 milioni di euro. Si è parlato di uno scambio con Moussa Sissoko ma l’affare in questi termini non è praticabile. Il francese guadagna 4,16 milioni di sterline a stagione e il suo contratto scade nel 2023. Ingaggio alto, nonostante il decreto crescita, ed età del calciatore, classe ’89, che sarebbero dei deterrenti.

Piuttosto, la Juve ha chiesto Pierre-Emile Højbjerg, centrocampista classe ’95. In tal senso i bianconeri sarebbero interessati a uno scambio alla pari. Gli inglesi chiederebbero tuttavia un conguaglio. L’affare sembra poter andare avanti sulla base di un’offerta cash. Offerta tuttavia non ancora recapitata.

McKennie è un pallino di Fabio Paratici, passato al Tottenham questa estate proprio dalla società bianconera. L’americano è attratto dalla destinazione e, soprattutto, dal fatto che avrebbe un ruolo centrale nello scacchiere di Espirito Santo. Serve però un’offerta cash concreta, che non è stata ancora recapitata.