• Tempo di lettura:2Minuti

Lazio, c’è l’ok di Basic, ma Tare deve prima vendere. L’Atalanta tenta l’ultimo assalto per convincerlo a cambiare idea

La Lazio sta provando a regalare a Maurizio Sarri un centrocampista per rendere più profondo il reparto nevralgico. Il centrocampista del Bordeaux è in attesa di nuove. Dal canto suo ha dato l’ok alla società biancoceleste e la aspetta.

A inizio mercato abbiamo registrato un interesse del Napoli, ma l’affare non è mai entrato nel vivo. In Italia su di lui c’è l’Atalanta. Gli Orobici stanno tuttavia concentrando i propri sforzi su Teun Koopmeiners.

Il sodalizio biancoceleste non ha ancora trovato l’accordo con il Bordeaux. Oltre a ciò, per motivi di bilancio Lotito è chiamato prima a vendere. Il mercato in uscita è bloccato e la società si potrà regolare solo quando alcuni calciatori avranno sciolto i nodi.

Il Tucu Correa è partito con la squadra per la Germania, ma il suo futuro è in bilico. I colloqui con Sarri sono iniziati ma nulla è stato definito. Lotito lo lascerebbe partire solo a fronte di offerte davvero valide. Una sua eventuale cessione sbloccherebbe fondi per investire in più ruoli.

Basic può giocare in tutti e tre i ruoli del centrocampo sarriano. Eppure il suo livello di partenza è quello di una prima riserva. Farne il sostituto di Luis Alberto porterebbe a un abbassamento del livello del centrocampo. Il caso legato allo spagnolo sembra rientrato, ma le vie del mercato sono infinite.

Il centrocampista croato classe ’96 è arrivato in Francia nel 2018, giocando con continuità solo nell’ultima stagione. Non è un elemento che spicca in una skill particolare, ma è il classico calciatore versatile. Pertanto, prenderlo come prima alternativa sarebbe una scelta valida. Assegnargli il posto da titolare sin da subito potrebbe essere un azzardo. A maggior ragione alla luce del fatto che viene da un altro campionato e assimilare gli schemi di Sarri richiede del tempo.