• Tempo di lettura:2Minuti

Finalmente è arrivato anche il momento della prima cessione importante di questo calciomercato per la Lazio. L’indice di liquidità ha completamente sovvertito i canoni del calcio nelle piazze biancocelesti: se prima si sperava negli arrivi, ora prima di tutto si prega per una partenza.

Il nome molto caldo in questi giorni era quello di Vedat Muriqi, ma per il Pirata ci sarà ancora da aspettare. Da poco ufficiale invece la partenza del difensore Denis Vavro, altro grande esubero della rosa. Prestito con diritto di riscatto al Copenhagen, squadra in cui Vavro aveva militato prima di approdare a Roma.

Questo il comunicato del Club.

Se la squadra danese lo riterrà opportuno, potrà sborsare a fine stagione 8 milioni di euro per riscattare lo slovacco.

Le prime parole di Vavro

Nelle prime dichiarazioni del difensore con la maglia della sua nuova squadra c’è spazio per l’accenno ai suoi inizi prima di approdare alla Lazio.

“Questa squadra significa molto per me. Mi sono divertito moltissimo qui e non vedo l’ora di giocare di nuovo a Parken. Sono rimasto in contatto con molti giocatori e membri dello staff, non vedo l’ora di rivederli. Arrivo con un obiettivo: aiutare la squadra a conquistare il titolo. Darò il 100% per raggiungere questo obiettivo”.

Denis Vavro

Il calciatore aveva trovato decisamente poco spazio con Inzaghi nella sua prima parte di esperienza con la Lazio; con Sarri poi, ancora meno. Il suo esordio è arrivato solo due giornate fa contro la Salernitana con 12 minuti giocati in totale tra Serie A e Coppa Italia.

Chissà che ora l’indice di liquidità non possa sbloccarsi per la Lazio, e che non ci sia bisogno di aspettare anche l’addio di Muriqi per arrivare a Casale già in questa sessione di mercato invernale.

Seguiteci anche su www.persemprenews.it