• Tempo di lettura:2Minuti

L’ingaggio di Vlahovic lievita in maniera esponenziale nel corso dei mesi, grazie alle prestazioni sempre più convincenti del bomber serbo della Fiorentina. Commisso ha ormai rinunciato da tempo a presentare un’offerta di rinnovo, data l’altissima richiesta di mercato intorno al numero nove viola che, incurante della sua situazione contrattuale, nei primi tre mesi di questa stagione ha confermato quanto di buono fatto vedere in quella passata.

Vlahovic, come confermato anche dal suo tecnico Italiano, ha dimostrato una professionalità esemplare nonostante le beghe contrattuali, impegnandosi al massimo in allenamento e collezionando numeri spaventosi. Il nativo di Belgrado ha realizzato, nelle 22 volte che è stato schierato, ben 18 gol conditi da 3 assist tra Serie A e Coppa Italia. Uno “score” da fuoriclasse, da campione, da top team.

Le sue richieste contrattuali sono dunque lievitate di conseguenza passando dai sei milioni chiesti ad ottobre ai dieci che adesso pretende per sedersi a trattare con qualsiasi squadra. Difficile capire quando lascerà la Fiorentina, poiché la sua valutazione, secondo quanto riportato da Transfermarkt è di 70 milioni di euro nonostante sia in scadenza. Molto probabile che si svincoli direttamente a giugno per poter chiedere un maggiore ingaggio a fronte della spesa a zero del cartellino.

Il gioco a rialzo del suo entourage, che ha infastidito non poco il presidente viola Commisso, sta tenendo lontane le pretendenti almeno fino a giugno, ma alzando ancora la richiesta di ingaggio, il centravanti diverrà per forza di cose un gioiello per pochi eletti che si possono spingere molto in alto. La paura, confessata anche da Capello in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, è che l’Italia possa perdere un’altra stella dato che nessuna squadra italiana, anche a causa del difficile momento economico, potrà investire una cifra del genere per l’ingaggio del fortissimo bomber viola.

La Premier resta alla finestra, unico campionato ancora in grado di poter garantire determinate cifre, con il PSG già strapieno di fuoriclasse che per ora non ha manifestato interesse e il Real che ha puntato i riflettori su Mbappé e Haaland per rilanciarsi.

Seguici anche su Per Sempre News!