• Tempo di lettura:2Minuti

Ore frenetiche per il mercato viola con il Patron Rocco Commisso intenzionato a portare a termine un’operazione che avrebbe del clamoroso e riaccenderebbe l’entusiasmo della tifoseria viola: l’arrivo a Firenze di Miralem Pjanic. Oggi si terrà un incontro tra i dirigenti viola e quelli blaugrana (vertice confermato anche dal quotidiano sportivo spagnolo Sport). Il nodo da risolvere è lo stipendio del giocatore. La Fiorentina, che lavora per far ridurre lo stipendio al bosniaco, non vorrebbe superare il 50% dell’ingaggio attualmente percepito da Pjanic (che si aggira sui 7 milioni netti), mentre il Barcellona vorrebbe che la Fiorentina arrivasse a pagare 4,5 milioni netti (che sarebbe la chiave per sbloccare la trattativa). Nei giorni scorsi si sono registrati interessamenti più o meno concreti per il calciatore da parte della Juventus, della Roma e per ultimo del Napoli. Ora irrompe prepotentemente la società gigliata che con l’eventuale arrivo del bosniaco regalerebbe un rinforzo di assoluto livello al tecnico Italiano ed andrebbe a colmare una lacuna a centrocampo, quella del regista. Ruolo attualmente ricoperto da Pulgar sul quale la dirigenza viola e l’allenatore han fatto intendere di non puntare se non come rincalzo.

La trattativa non è semplice ma la Fiorentina fa leva anche sulla volontà del giocatore di rientrare in Italia dopo la sfortunata esperienza a Barcellona e ha dato disponibilità al trasferimento a Firenze. Il centrocampista bosniaco quest’anno ha totalizzato 30 presenze (19 in Liga, 8 in Champions League, 1 in Coppa del Re e 2 nella Supercoppa spagnola) per un totale di soli 1295′ giocati (circa 14 partite intere) con 0 gol e assist ed è al centro di una vera e propria guerra di nervi col Barcellona. La società blaugrana lo ha messo di fatto fuori dal progetto tecnico, ha la necessità di abbassare il monte ingaggi e sfoltire la rosa ed è in pressing da settimane sul giocatore per convincerlo a ridursi l’ingaggio per favorirne la partenza.

Le prossime ore saranno decisive per capire l’effettiva volontà di Pjanic di ridursi lo stipendio e sposare il progetto viola.