Sono ore frenetiche per il futuro di Kylian Mbappé. Il giocatore francese vuole lasciare il Paris Saint-Germain e nelle prossime ore si incontrerà con il presidente Al-Khelaifi per comunicargli la volontà di essere ceduto al Real Madrid. Il contratto di Mbappé è in scadenza nel 2022 e questo, insieme al pressing del fuoriclasse francese, potrebbe spingere il Psg a cederlo in questa sessione di mercato per non perderlo a parametro 0.

El Mundo Deportivo racconta che il Real Madrid è pronto a sferrare l’assalto al giocatore con un’offerta da 120 milioni di euro che potrebbe salire fino a 150 nel caso in cui i Blancos riuscissero a cedere Odegaard all’Arsenal. Il quotidiano sportivo scrive anche che il Real non vuole entrare in conflitto col Psg: “Stanno aspettando il momento giusto per agire” e vogliono che sia Mbappé a fare il primo passo. A sottolineare la spaccatura tra il calciatore e il resto dello spogliatoio del Psg è stata l’assenza del francese al 32° compleanno di Ander Herrera. Un’assenza che fa rumore e rappresenta un ulteriore indizio verso un possibile trasferimento ai Blancos. Inoltre il giocatore classe ’98 non ha preso bene i fischi e i cori di disapprovazione nei suoi confronti ricevuti il giorno della presentazione al Parco dei Principi di Messi, Sergio Ramos, Wijnaldum, Donnarumma ed Hakimi nonostante poi la buona prestazione nella vittoria del Psg per 4-2 sullo Strasburgo.

La situazione sembra dunque delineata con Mbappè che si sta muovendo in prima persona per forzare il suo passaggio in Liga diventando la stella assoluta del nuovo Real Madrid. Il tecnico delle Merengues Carlo Ancelotti ha aperto al suo arrivo dichiarando che il mercato chiude il 31 agosto e ci sarà tempo per ogni tipo di trattativa. Il Presidente parigino Al-Khelaifi dal canto suo ha sempre ribadito la volontà di trattenere Mbappé e il tecnico Pochettino di non voler fare a meno di lui.

Ancora poche ore e poi sarà più chiaro il futuro del fuoriclasse francese.