• Tempo di lettura:2Minuti

Situazione complicata per Frank Kessie. L’eliminazione dalla Coppa d’Africa, un infortunio alla costola e il Barcellona è alle porte.

Una nuova stagione– Quando lo scorso anno il Milan è tornato in Champions League, tra i giocatori chiave per tale successo ci fu Frank Kessie. 13 i gol soltanto in campionato, che contribuirono al ritorno europeo. Dopo quindi una stagione incredibile, dove era venuto fuori il vero talento dell’ivoriano, tutto sembrava presagire per un altro campionato incredibile quest’anno. Eppure così non è stato, con Frank che è davvero calato nella forma. I 5 gol in 16 partite non lo salvano da prestazioni non poco discutibili, dove è sembrato spaesato in mezzo al campo. Non è più, o almeno non come lo scorso anno, quel giocatore onnipresente a centrocampo, capace di pressare e difendere egregiamente.

Rinnovo– Nonostante la forma, lui e i suoi agenti hanno insistito per chiedere un aumento dell’ingaggio nel contratto. Quest’ultimo scadrà questo giugno, e se può sembrare plausibile l’aumento chiesto a inizio stagione (per via delle prestazioni passate), la richiesta di 8 milioni all’anno è davvero eccessiva. In più se si considerano le recenti prestazioni, Maldini ha insomma detto no ai soldi richiesti, cercando però di offrire 6,5 milioni l’anno. Troppo distante il milione e mezzo di differenza tra offerta e richiesta. Così il giocatore questa estate può liberarsi, e su di lui sono diversi i club che lo vorrebbero. Primo su tutti il Barcellona, che tenterebbe l’assalto a 0 garantendogli gli 8 milioni.

Infortunio– Oltre al danno anche la beffa perché nella sfida di Coppa d’Africa Kessie si è infortunato con un trauma costale durante Costa D’Avorio-Egitto, partita persa dalla sua Nazionale ai rigori. Non si sa l’entità del danno, anche se l’immagine del giocatore che esce in lacrime di certo non tranquillizza i Rossoneri. Ultimi 6 mesi con la maglia del Milan che possono complicarsi visto che potrebbe non giocare per un bel po’.