• Tempo di lettura:2Minuti

Il brasiliano Kaio Jorge accetta l’offerta del Milan, ma bisogna ancora sentire la voce del Santos, club braisiliano nel quale è cresciuto

Se dipendesse dal giovane diciannovenne allora l’affare si potrebbe già definre concluso, ma così non è. In ogni trattativa occorre discutere anche con il club.

È ciò che ancora deve fare il Milan, squadra che ha messo gli occhi su Kaio Jorge, brasiliano nato ad Olinda il 24 gennaio 2002e dal 2018 attaccante del Santos. Sì, proprio il Santos dove un tempo giocava il numero uno al mondo, Pelé, e chissà che anche Kaio non sia una futura stella del calcio moderno.

Per scoprirlo il Milan lo vuole portare in Italia, ma come detto prima, occorrerà trattare con la dirigenza brasiliana e capire quanto chiede in cambio.

Il ragazzo promette bene: nel 2019 con l’Under-17 della nazionale verde-oro ha portato i piccoli della Seleção sul tetto del Mondo battendo a Gama i coetanei del Messico. Dopo aver subito la rete de vantaggio avversario, Kaio ha trasformato all’84’ il rigore del pareggio, e nei supplementari i brasiliani sono diventati campioni.

Un ragazzo che sa dimostrarsi decisivo quindi, che al Milan potrebbe imparare molto. Chissà, magari Pioli potrebbe usarlo come vice di Ibra, oppure ancora come vice del nuovo arrivato Oliver Giroud.

Un giovanotto ancora da scolpire, ma che già presenta una buona base. Al Milan farebbe comodo allevare un futuro talento, ma intanto occorre sapere quanto richiede il Santos.

Seguici anche su www.persemprenews.it