• Tempo di lettura:3Minuti

Ce lo aspettavamo tutti come annuncio prima della sosta natalizia e invece il rinnovo di Paulo Dybala tarda ad arrivare. 
E così stando a quanto riportato da “La Gazzetta dello Sport”, un accordo che sembrava ormai in dirittura di arrivo, torna a essere messo in discussione. 
Cosa puó aver determinato questa battuta d’arresto tra club e giocatore? 
In primis alcuni ritardi sono stati determinati da cavilli burocratici, riguardanti lo stesso agente dell’argentino, che non risulta ancora iscritto nel registro agenti Fifa in Italia.
Sicuramente tra le altre cause di questo slittamento possiamo annoverare i problemi fisici del giocatore che lo hanno tenuto lontano dal campo per le ultime 2 partite di Serie A. 
La Juventus avrebbe già chiesto all’amico e agente di Dybala, Jorge Antun, di rivedere alcune condizioni. 

QUALI MODIFICHE PIÙ PROBABILI?

Tendenzialmente due: una legata alla cifra e l’altra alla durata. 
Per quanto riguarda la prima, meno probabile, proprio la fragilità del numero 10 avrebbero portato la dirigenza a rivalutare un rinnovo da 8 mln + bonus a stagione, volendo ridurre la parte fissa e inserire molti più bonus in base a presenze e traguardi. 
Per la seconda, più probabile, si auspicherebbe ad una riduzione della lunghezza contrattuale: un triennale anzichè un quadriennale come quello discusso finora. 
Dybala è alla Juventus dal 2015 e a 28 anni è chiaro che questo rinnovo per altri quattro anni, porrebbe il giocatore nella condizione di firmare una sorta di ‘contratto a vita’ con i bianconeri.

COSA ASPETTARSI ORA


Nel frattempo Dybala si gode le vacanze natalizie con la fidanzata e si prepara a rientrare alla Continassa il 30 dicembre insieme ai suoi compagni.
Il suo procuratore sembra atteso invece a Torino dopo il 12 gennaio, data della Supercoppa Italiana. 
Più probabilmente l’incontro potrebbe esserci a fine mese al termine di un’importante sessione di mercato in cui la Juve spera, e deve, fare cassa. 
La Juventus cerca un nuovo attaccante, Scamacca in pole position, ma soprattutto deve vendere due o tre giocatori, come Ramsey, Arthur, Kulusevski e Rugani per liberare gli ingaggi pesanti che in questo momento stanno ingolfando il bilancio del club già segnato da forti debiti.E per questo ora è la Juventus a dettare i tempi dell’affare. 
Ecco che il rinnovo sembra ormai essere destinato a slittare a febbraio ma la sostanza resta immutata. La Juventus non ha alcuna intenzione di perdere a parametro zero Dybala, che, dal canto suo, vuole restare a Torino.

Dybala dovrà recuperare gli ultimi problemi fisici che hanno già rovinato la scorsa stagione e che stanno mettendo a dura prova anche questa. 
Ma gli 8 gol e 4 assist in 17 partite dimostrano che la Joya continua a fare la differenza nella Juve e di questo Allegri e Agnelli ne sono ben consapevoli.
Il lieto fine si farà ancora attendere, ma oggi non sembra comunque essere in discussione.