• Tempo di lettura:2Minuti

Alvaro Morata e la Juve sperano di potersi ricongiungere. Lo spagnolo a Torino è voluto da tutti, in primis dall’allenatore Massimiliano Allegri, passando per i tifosi e dai dirigenti.

Alvarito anche tornerebbe di corsa alla Conti nassa, ma da professionista al momento ha la testa solo sull’Atletico Madrid, ma il cuore è juventino.

L’ostacolo, almeno per il momento è proprio la dirigenza biancorossa che, dopo che la Juve a giugno ha rifiutato di pagare la clausola di trentacinque milioni, come da contratto, dopo i due anni di prestito, i quali ne erano costati già venti complessivamente, ma la trattativa continua.

Negli scorsi giorni, infatti, Cherubini ha proposto al D.S. dei colchoneros un nuovo prestito, ma per ora la risposta è stata no.

La trattativa sta comunque andando avanti e probabilmente, entro la fine dell’estate si concluderà con il ritorno dell’ex numero nove bianconero a Torino.

Al momento la distanza sta nel fatto che le due dirigenze non trovano un accordo su come far tornare Alvarito a Torino, se nuovamente in prestito, oppure una volta per tutte a titolo definitivo.

Una cosa sembra certa, ovvero che Morata, che non rientra nei piani di Simeone, dovrebbe fare di nuovo il percorso inverso a quello fatto qualche mese fa quando con la sua famiglia sono tornati a Madrid e ritornare a Torino.