La Juve è alle prese con la programmazione della stagione 2021/2022. Con la permanenza di Morata resta da pianificare ulteriormente il reparto offensivo.

A Dybala è stato offerto un contratto a 10 milioni di euro a stagione. Si attende la risposta della Joya. Il contratto dell’argentino scade a giugno 2022. C’è ottimismo ma la palla passa allo stesso Dybala.

Più complessa la situazione di Cristiano Ronaldo. “Ho giocato al massimo per anni, questo non mi influenzerà all’Europeo. Quello che verrà, sarà il meglio”. Il portoghese ha quindi glissato sul futuro, mettendo nel mirino solo Euro 2020.

Nel nostro video esclusivo, avevamo mostrato che il trasloco delle auto è stato diverso rispetto a quello degli anni precedenti. Ribadiamo che il fuoriclasse portoghese sta pensando seriamente di andare via. Nulla è stato deciso in quanto si aspettano acquirenti seri in caso di decisione di addio.

Con la permanenza di CR7 la Juve continuerà ad avere la sua punta di diamante, nonostante l’età che avanza. Con il suo addio i bianconeri avrebbero maggiori fondi per investire fortemente su una punta. Da escludere Haaland, per il quale c’è forte il pressing del Real (che dovrà tuttavia cedere), visti i costi esorbitanti. Più facile arrivare a Dusan Vlahovic.

Il serbo sarebbe possibile anche in caso di mancato rinnovo, e conseguente cessione, di Paulo Dybala. Ci vorrebbe una cifra blu, tuttavia, per strapparlo alla Fiorentina. Inoltre, qualora rimanessero sia CR7 che Dybala, i fondi per sistemare altri reparti scarseggerebbero.

Come praticamente tutte le squadre, le ripercussioni sulla Juve causate dalla pandemia di covid-19 sono evidentissime. La società, come espresso dalla stessa società, dovrà tagliare gli stipendi. I bianconeri hanno il quarto monte ingaggi al mondo, cosa non sostenibile. L’approdo alla Champions ha fatto respirare le casse ma ciò non toglie che sarà un mercato al risparmio.