• Tempo di lettura:2Minuti

Secondo quanto riportato da L’Equipe la telenovela tra Inter, PSG e Skriniar sarebbe tutt’altro che ai titoli di coda. Il centrale slovacco è ancora nei pensieri di Galtier, ma il fair-play finanziario sta bloccando “anche” Al Khelaifi. Lo sceicco ha spesso dimostrato di non prendere in considerazione il parametro per arrivare a un giocatore che desidera eppure la motivazione sarebbe negli 80 milioni “dichiarati” dal club campione di Francia, già impegnati per Vitinha, Mukiele e il riscatto di Nuno Mendes.

Al Khelaifi alle prese con il FPF?

Nel frattempo il tempo stringe e con esso anche la disponibilità dell’Inter di cedere un giocatore imprescindibile, dato che sarebbe molto difficile trovare di meglio (o quantomeno pari) man mano che il mercato avanza e le occasioni sfumano. Bremer, inizialmente opzionato dai nerazzurri, si è accasato alla Juve mentre Koulibaly, in uscita dal Napoli, ha trovato sistemazione nel Chelsea di Tuchel. Altri profili del livello di Skriniar, non solo a livello nazionale ma anche a livello europeo, sono merce rara e, in questo momento, non sono in vendita.

Trattativa “sospesa” dunque ma anche a tempo limitato: due situazioni che stonano con il PSG, abituato bene ad avere quello che vuole e quando lo vuole. La motivazione dello stallo dovuto al FPF non sta in piedi e Skriniar, proprio oggi, scenderà in campo con la maglia nerazzurra al centro della difesa nel l’amichevole di Cesena contro il Lione. Lo slovacco non è mai stato messo in discussione da Inzaghi, che se ne sarebbe privato controvoglia. Marotta, che comunque ha bisogno di monetizzare qualche uscita, potrebbe anche riaprire la trattativa, ma soltanto in caso di un’offerta da far tremare i polsi che consenta anche di intervenire con la giusta cifra per rimpiazzare un giocatore del livello di Skriniar.