• Tempo di lettura:2Minuti

Fonti dall’Argentina riportano che Wanda Nara avrebbe annunciato che Mauro Icardi non rinnoverà il proprio contratto con l’Inter in scadenza nel 2021.

Posto che la situazione è tutta da verificare e che probabilmente sono normali schermaglie in una trattativa tra ossi duri, proviamo a ipotizzare i due scenari.

Scenario A

Lo scenario A rimane il più probabile. La società nerazzurra rinnova il contratto a Mauro Icardi, venendo incontro alle esigenze del calciatore e della moglie agente Wanda-Nara. Icardi percepisce una cifra non distante dai 10 milioni, bonus compresi ovviamente. A quel punto, come anticipato nell’articolo di ieri, i nerazzurri faranno cassa con riserve e al massimo un titolare per sferrare l’assalto ai colpi necessari. A quel punto l’attacco rimarrà quasi intatto mentre si interverrà in maniera significativa su centrocampo e terzini.

Scenario B

Ribadiamo che questa possibilità resta difficile. Converrebbe all’Inter perdere Icardi considerando che non è facile trovare dei centravanti prendibili di un certo livello? Il contratto dell’argentino scade nel 2021. A quel punto risulterebbe difficile venderlo a oltre 100 milioni. Pertanto, l’Inter ha tutto l’interesse a venire incontro alle esigenze del calciatore e della moglie.

Nella difficilissima eventualità di un addio di Icardi, come dovrebbe agire l’Inter? Marotta potrebbe portare avanti una rivoluzione, contando su un centinaio di milioni dalla cessione di Icardi, fermo restando gli addii di un paio di centrocampisti. Joao Mario e Gagliardini, anno dopo anno, pesano meno a bilancio. A quel punto venderli anche a 18-20 milioni non rappresenterebbe un problema. Teoricamente la società potrebbe spendere tantissimo per due centrocampisti di nome e di grande esperienza internazionale, anche Kroos e Modric assieme. Parliamo a livello molto teorico, visto che prenderli entrambi non è uno scenario al momento realistico. A quel punto subentrerebbe poi il problema centravanti. Con un’intelaiatura più forte potrebbe andare bene anche un uomo d’area meno pronto e con meno esperienza di Icardi? Il nome fattibile sarebbe Piatek, ma conviene spendere 50-60 milioni per un centravanti alla prima stagione da top?

Nomi come Kane, Lewandowski, Aubameyang, Aguero o Firmino non sarebbero ovviamente fattibili.