Il Milan sta valutando la possibilità di firmare l’attaccante diciassettenne Nicolas Siri che gli è stato offerto per una cifra d’occasione, secondo fonti vicine all’entourage del giocatore.

Siri, il giocatore che ha battuto un record stabilito da Pelè, ha mosso l’interesse di Maldini e Massara. La dirigenza milanista sta diventando sempre più attenta alla possibilità di inserire giovani talenti per rafforzare un settore giovanile che, negli ultimi anni, è un po’ caduto in disparte. Per questo motivo il club europeo più vicino al baby-prodigio è quello rossonero, a cui Siri piace eccome.

Al gradimento sono seguite le negoziazioni per il giovane centravanti del Danubio, che potrebbe arrivare a Milanello per una cifra intorno al milione e mezzo di euro comprese le commissioni, più forse una percentuale sulla futura rivendita a favore della sua attuale squadra. A far pendere l’ago della bilancia verso il Milan c’è anche il fatto che il 17enne potrà presto ottenere anche il passaporto europeo, il che sicuramente aumenta le sue possibilità.

Uscito dalle giovanili del Danubio, Siri ha fatto il suo debutto nel calcio che conta nel settembre 2020 contro il Boston River e nel marzo 2021 ha segnato una tripletta nella vittoria per 5-1 in campionato proprio contro la stessa squadra, secondo giocatore più giovane della storia a riuscire nell’impresa di una tripletta nel calcio professionistico dietro solo a Trevor Francis.

È diventato anche il più giovane sudamericano a segnare una tripletta, un record che è stato tolto da Diego Maradona che riuscì nel 1977 e che prima era detenuto da Pelé. Le stimmate per essere grande ci sono tutte, il Milan può scommettere una cifra ragionevole per poter sviluppare al meglio un potenziale crack del futuro.