• Tempo di lettura:2Minuti

Come vi avevamo scritto, si stanno susseguendo le voci sulla panchina della Juve e qualcuno sta smentendo l’arrivo di Guardiola.

Si tratta del gioco delle parti, con molti organi di stampa che stanno, appunto, giocando. La situazione ricorda quella di Cristiano Ronaldo, trattativa di cui parlammo in anticipo, nella penultima settimana di giugno.

Se per CR7 ci risultava tutto fatto al 101%, nel caso di Guardiola rimaniamo sempre cauti, pur dando come estremamente probabile l’arrivo del tecnico catalano in bianconero.

Partiamo dalle voci di un accordo con Sarri. Vi possiamo dire che il tecnico del Chelsea non ha mai dato una risposta alla Juve. I primi contatti risalgono a inizio anno, mentre in questi giorni Sarri si è trincerato dietro un religioso silenzio in vista della finale di Europa League. Non abbiamo pertanto alcuna notizia a riguardo e le indiscrezioni su un accordo sono fake news.

La Juventus ha fatto all in su Pep Guardiola, il quale resta l’unico e incontrastabile obiettivo di Andrea Agnelli, obiettivo condiviso con il resto della dirigenza bianconera.

A quanto ci risulta, la Juventus è in trattativa con il City per liberare il tecnico, il quale ha già preso la sua decisione di allenare la Juventus. I nomi di Cancelo e Pjanic sono stati chiesti dal club inglese, proprio perché è consapevole che sono due degli elementi più adatti al gioco del tecnico catalano. Il club inglese ha sparato 30 milioni trattabili per liberare Guardiola, cifra chiaramente scontabile dal prezzo del cartellino di un calciatore.

Detto questo, non è cambiato niente rispetto a giorni fa e, al di là di qualche notizia rimbalzata ieri, Guardiola non ha mai rifiutato la Juventus. I bianconeri stanno semplicemente trattando con il Manchester City, il quale dovrà trovare la miglior exit strategy possible per uscirne bene nel caso (assolutamente probabile) di addio di Guardiola in direzione Juventus.

Chiosa su Milinkovic-Savic: il serbo ha detto sì alla Juve, ma c’è da trovare l’accordo con Lotito che, come noto, non è certo dolce di sale…