• Tempo di lettura:2Minuti

Dopo la parentesi al Tottenham e una vita all’Atalanta, Gollini torna in Italia e anche alla Fiorentina, dove ha militato già nelle giovanili dal 2010 al 2012. Un annuncio attesissimo dalla tifoseria viola, soprattutto dopo l’annunciato addio di Dragowski. Personaggio istrionico, portiere affidabile, nella scena rap è conosciuto come “Gollorius”. Un nome d’arte che richiama il celebre Notorius B.I.G. di cui è fan, massimo protagonista della scena hip hop degli Anni 90 e considerato, al pari di Tupac, uno dei più grandi rapper della storia.

La spiegazione è d’obbligo per capire la presentazione della Fiorentina. La Viola, per annunciarlo, ha postato su Twitter l’ultimo successo rap del portiere, inserendo alcune rime nella presentazione:

Da bambino sognavo questo, sudore e lacrime sul campo, la mia fatica è il mio successo, Fra devi credere in te stesso”. “Mi alleno di notte e di giorno, senti che pezzo che ti sforno”. E ancora “Lo vedi lo stile che ho, non mi puoi dire di no, ora senti che flow, la mia gente canta oh oh” a fare da sfondo al comunicato più istituzionale che ne è seguito:

ACF Fiorentina comunica di aver acquisito, a titolo temporaneo con diritto di riscatto, i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Pierluigi Gollini dall’Atalanta BC. Gollini, nato a Bologna il 18 marzo 1995, con un passato nel settore giovanile del Club viola, ha indossato, tra i professionisti, le maglie di Hellas Verona, Aston Villa, Atalanta e Tottenham. Il nuovo calciatore viola conta anche una presenza con la Nazionale Italiana”.

Gollini dunque vestirà la maglia della Fiorentina. Chiuderà di fatto la voragine che si era aperta con la voglia di cambiare aria da parte di Dragowski. Adepto di Gasperini, ma portiere giramondo, l’estremo difensore si è alternato con frequenza tra Italia ed Inghilterra. Saltato agli onori della cronaca con la maglia dell’Hellas Verona. Ha poi indossato la maglia dell’Aston Villa, dell’Atalanta e infine del Tottenham di Conte dove ha fatto da secondo a un certo Lloris.

Seguici anche su Per Sempre News!