• Tempo di lettura:3Minuti

Negli ultimi anni molti giocatori hanno deciso di trasferirsi in Cina per massimizzare gli ultimi profitti della propria carriera.

Altri invece emigrano verso l’Oriente anche quando sono relativamente giovani per motivi che trascendono la questione economica. Questo perché molti giocatori magari in Europa non trovano spazio o hanno finito gli stimoli, come nel caso di Hamsik, e così la Cina diventa un vero e proprio trampolino di rilancio.

Parliamo allora di cinque calciatori che hanno salvato la propria carriera grazie al campionato cinese.    

1) Renato Augusto

Dopo tre anni inconsistenti passati al Bayer Leverkusen, il centrocampista nel 2012 decise di tornare in Brasile al Corinthians. Qui vi rimase fino al trasferimento al Beijing Gouan del 2016, passaggio che è risultato fondamentale per la sua carriera. Grazie alla continuità trovata in Cina riuscì infatti ad essere riconvocato in nazionale, per cui aveva collezionato precedentemente solo cinque presenze. Col tempo è poi divenuto uno dei punti fissi di Tite risultando decisivo per la vittoria della medaglia olimpica. 

2) Paulinho

La storia di Paulinho è sicuramente più conosciuta e dimostra più di tutti quanti il campionato cinese possa essere una rinascita per alcuni calciatori. Il brasiliano passó nel 2013 al Tottenham per 17 milioni di sterline e tutti pensavano che il club londinese avesse messo a segno un colpo notevole. Paulinho però non riuscì a ripetere le stesse prestazioni viste in Brasile con la maglia del Corinthians tant’è che nell’ultimo anno partì titolare solo tre volte. Il passaggio in Cina divenne la soluzione migliore per tutti e così come il collega Renato Augusto divenne un punto fermo della propria nazionale. Fu addirittura acquistato dal Barcellona, squadra con cui vinse anche Liga e Coppa del Re per poi ritornare al Guangzhou Evergrande dopo aver fatto comunque molto bene realizzando nove gol. 

3) Eran Zahavi

Uno dei giocatori israeliani più forti di sempre, Zahavi divenne protagonista nel Palermo, squadra in cui militó per 18 mesi. Dopo l’esperienza italiana molto positiva non riuscì comunque a trovare una squadra europea di livello e così tornó al Maccabi Tel Aviv, dove divenne la stella della squadra. Nel 2016 decide di provare l’esperienza cinese e diventa uno dei migliori bomber con ben 70 gol in 82 partite con la maglia del Guangzhou R&F. 

4) Stephane Mbia

La storia dell’ex Siviglia è fatta di molti alti e altrettanti bassi. Dopo l’esperienza al Qpr fu acquistato proprio dal club Andaluso, con cui riuscì ad affermarsi come uno dei migliori mediani in circolazione e a vincere anche l’Europa League. Nonostante ciò decise per motivi economici di trasferirsi in Turchia al Trabzonspor, passaggio che risultó disastroso per la sua carriera. Successivamente, invece di rilanciarsi in Europa decise di partire per la Cina, dove oggi è diventato il miglior mediano di tutto il campionato. 

5) Papiss Demba Cissè

Il giocatore senegalese fu un vero e proprio crack con la maglia del Newcastle. Tutti ricordano il suo fantastico gol contro il Chelsea, uno dei più belli della storia del calcio. Negli ultimi anni però anche a causa di vari infortuni non riuscì mai a ritrovare una forma adatta a un campionato duro come la Premier. Nel 2016 decise dunque di rilanciarsi con lo Shandong Luneng, squadra che gli permise di ritrovarsi con 18 gol e di tornare in Europa con la maglia dell’Alanyaspor.

 

Gianluca Imparato