• Tempo di lettura:2Minuti

Gennaro Gattuso, allenatore del Valencia, è un uomo che non usa mezzi termini per rivelare quali siano i problemi e i punti di forza della squadra che allena. Il calabrese ha da sempre esternato il proprio pensiero senza mezzi termini e la grinta che ha messo in campo è rimasta anche in panchina. Dopo un inizio abbastanza turbolento, l’allenatore italiano è riuscito a mettere le cose in ordine al Valencia ed è pronto al debutto in Liga contro il Girona. Il mercato del Valencia ha evidenziato le problematiche finanziarie del club tanto da dover rinunciare a possibili obiettivi per rafforzare la squadra.

Per questo motivo le indiscrezioni che portavano ad Arthur sono saltate come ha evidenziato l’allenatore italiano a La Gazzetta dello Sport, come ha riportato il sito di Alfredo Pedullà: Arthur? Certo che mi piace, ma non ce lo possiamo permettere, e allora è inutile girarci attorno o fare promesse che non si possono mantenere. Bisogna lavorare, poi lavorare e poi continuare a lavorare per trovare la nostra identità”.

Foto account Twitter Faisal HQ

Gennaro Gattuso ha parlato della sua esperienza in Spagna: Valencia mi ha riacceso, nel tunnel di Mestalla c’è una grande foto di Ranieri: mi piacerebbe stare qui un po’ di tempo e far qualcosa di buono. Ho sempre cercato di trasmettere qualcosa e un calcio propositivo. Questo è un torneo molto competitivo, calcio di altissimo livello. Denominatore comune: la cura della palla, qui la priorità è tecnica. Abbiamo problemi economici ma vorrei far bene. Peter Lim non mi ha ingannato, si tratta di difficoltà comuni a varie squadre”.

Seguici anche su Instagram.